03 Dicembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

QUALCHE SPRAZZO DI SPERANZA (IN MEZZO A TANTA INCERTEZZA) - Sensazioni contrastanti al termine della riunione tra i vertici dell´Amministrazione Comunale e il Direttivo dell´ASD Torregrotta

12-06-2013 06:30 -
120 minuti o poco più. L´equivalente della durata di una partita di calcio comprensiva dei tempi supplementari. Alla fine (mancavano pochissimi giri di lancetta alla mezzanotte), la sensazione più palpabile era quella di estrema incertezza, anche se faremmo un torto ai presenti se definissimo anche stavolta "interlocutorio" un confronto che dopo un promettente avvio, si è dipanato secondo tematiche più o meno note, dando vita ad una "partita" tra l´Amministrazione Comunale e l´ASD Torregrotta, che probabilmente e pur con tutta la buona volontà, non si sarebbe schiodata neppure dopo un´interminabile serie di rigori ad oltranza.

Alla presenza del Primo Cittadino torrese, dott.Antonino Caselli, del suo Vice, nonché Assessore allo Sport, Vincenzo Gitto e del Presidente del Consiglio Comunale, Carmelo Giordano, si è svolto ieri sera (vedi foto) l´atteso incontro con i rappresentanti dell´ASD, Presidente Nino Sindoni in testa, chiesto dallo stesso sodalizio rossoblù per porre sul tavolo le problematiche esistenti e trovare le necessarie soluzioni per garantire alla prima espressione sportiva cittadina, le condizioni per poter programmare con sufficiente serenità la stagione agonistica 2013/14.

Dopo aver esaurientemente sintetizzato gli ottimi risultati conseguiti nella stagione ormai avviata alla sua naturale conclusione, partendo dal Campionato di Promozione per finire con la Scuola Calcio attraverso tutte e 8 le categorie scese in campo, il massimo esponente del sodalizio si è poi proiettato all´immediato futuro, illustrando programmi ed obiettivi dell´ASD, con annesse le difficoltà di una gestione, tanto dal lato economico, quanto sotto quello organizzativo , che impongono un´attenta valutazione e non possono fare a meno di una concreta collaborazione dell´Amministrazione in carica anche in materia di manutenzione di un impianto che pur tra i più funzionali dell´intera provincia e spesso prescelto dalla Federazione per ospitare le fasi finali delle principali manifestazioni a carattere giovanile, mostra i segni dell´età e richiede urgenti interventi volti a garantire la disputa delle gare in programma, in condizioni di massima sicurezza per tesserati e spettatori e, perché no, con l´intento di dare a chi viene da fuori, la giusta immagine di una cittadina nella quale lo sport rivesta un ruolo tutt´altro che marginale nella vita della comunità torrese.

Sindaco ed Assessore al ramo, nel convenire sulla validità e l´importanza della funzione da sempre svolta dall´ASD sul territorio soprattutto nel campo sociale e nel darle merito per la proficua attività confortata dai risultati e retta da una granitica passione per lo sport inteso come occasione di socializzazione e sviluppo psico-fisico dell´individuo, hanno d´altro canto assicurato la piena consapevolezza dell´Amministrazione Comunale per le problematiche di un´Associazione che vanta oltre 200 tesserati che ricoprono tutte e 8 le categorie (dalla Promozione ai Piccoli Amici), anticipando in sede di riunione l´imminente delibera di assegnazione di una cospicua somma da destinare ai lavori riguardanti l´impianto sportivo di Viale Europa.

Laddove la serata, pur contrassegnata da un ostentato clima di grande distensione e con le parti ben disposte a "lavorare" in piena collaborazione, ha registrato una fase critica, è stato sul fronte contributi, per i quali i rappresentanti dell´Amministrazione Comunale torrese, complice ovviamente l´innegabile difficoltà legata al momento che attanaglia l´economia nazionale, non hanno potuto sbilanciarsi appellandosi alle enormi responsabilità derivanti da un Patto di stabilità da rispettare ad ogni costo e che ha generato alcune tensioni che oseremmo definire quasi fisiologiche e prontamente rientrate allorquando nelle battute finali dei lavori, l´attenzione si è spostata sul regolamento d´uso del campo sportivo, attualmente oltremodo penalizzante per l´ASD e che richiede una revisione sostanziale con la stesura di un nuovo documento.

Non resta adesso che attendere gli ulteriori sviluppi, con la tutt´altro che infondata impressione che per tornare a rivedere uno sprazzo di luce, potrebbe essere necessario programmare un, sia pur difficile da realizzarsi, "retour-match".

Realizzazione siti web www.sitoper.it