29 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

QUANDO L´ORGOGLIO ROSSOBLU´ NON TROVA OSTACOLI - Comunale quasi sempre indigesto per le formazioni di testa. L´"inquietante" precedente col Fiumefreddo.

01-02-2013 18:00 -
Non sono state rare le volte in cui nel corso dell´ultimo decennio, pur dovendo fronteggiare formazioni capolista, il Torregrotta ha indossato i panni della "guastafeste" o ha reso dura la vita all´avversario di turno.
E´ stato così in quasi tutti i campionati di Promozione disputati, ma anche nei due tornei di Eccellenza che hanno visto i rossoblù ai nastri di partenza.
Proprio nel 2002/03, stagione che vide la promozione in serie D del Modica, il Comunale fu tabù sia per la compagine modicana (1-1), che per le formazioni che seguirono in classifica, Comiso e Giarre, bloccate anch´esse sul pareggio.
Nel 2004/05, sempre in Eccellenza, il Comiso che avrebbe chiuso il campionato al primo posto, si impose 1-0 nella prima domenica del nuovo anno con una punizione "al veleno" dello specialista Impellizzeri, mentre il Misterbianco che concluse secondo, fu fermato al "Toruccio La Piana" (1-1).
Negli anni successivi, il Comunale fu avaro di soddisfazioni per la Spar che nella stagione 2008/09 giunse a Torregrotta ancora imbattuta dopo 15 turni, ma dovette segnare il passo (2-1 per i rossoblù) e per il Monforte che pareggiando 3-3 (dopo essersi trovato sotto di due reti...ndr), dovette rimandare alla settimana successiva la festa promozione.
Disco rosso anche per la Spadaforese nel 2009/10. Fu 0-0 contro la compagine giallonera che avrebbe vinto il girone (e la cui porta era difesa da Oreste Adamo, attuale pipelet del Rocca) ma che in quel pomeriggio, soprattutto nel finale di gara rischiò di capitolare.
Nel 2010/11, l´Atletico Catania si impose per 1-0 al termine di una partita nel corso della quale, per lunghi tratti fu il Torregrotta a dettare i tempi del match, sfiorando in più di una circostanza un pari tutto sommato meritato.
Nel 2011/12, lo scorso campionato, su tutti basti ricordare l´entusiasmante 3-3 in rimonta sul Mazzarrà, con Aricò che nel recupero fallì di un soffio, il gol del 4-3, costringendo l´undici di Di Bartola a subire il decisivo sorpasso in classifica ad opera della Nuova Igea.
Forse in quell´occasione l´orgoglio rossoblù toccò l´apice al cospetto di una compagine che ancora oggi maledice quel secondo tempo, anche se resta negli annali del calcio torrese, il pomeriggio in cui arrivò al Comunale con i galloni della capolista imbattuta ed in fuga solitaria, proprio come gli avversari di domenica, l´Unione Fiumefreddo che di lì a poco sarebbe approdata in Eccellenza insieme al Castiglione.
Al termine di 90´ entusiasmanti e con gli undici in maglia rossoblù letteralmente in "trance" agonistica, il Torregrotta, grazie ad una doppietta di Maurizio Mondello rimandò a casa un avversario quasi mai entrato in partita e che rimediò una figuraccia. Finì 2-0 per la formazione torrese e, curiosa coincidenza...era il 4 febbraio 2006...

Realizzazione siti web www.sitoper.it