30 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

QUEL BICCHIERE (DI CIAPPAZZI) SEMPRE VUOTO A META´... - Riflessioni dopo lo 0-0 di Terme Vigliatore. La squadra in campo da lunedi.

15-09-2013 09:00 -
Per lunghi tratti è parso di assistere ad una replica "dal vivo" del match del 22 dicembre scorso. Stesso campo, stesso primo tempo così così (ma chiuso un gol sotto per una "disavventura" di Caragliano su punizione di Leone al 3´, tirata dagli...spogliatoi) e stessa arrembante ripresa (l´anno scorso Giglio andò in rete in apertura, fissando il punteggio sull´1-1, quest´anno di gol neppure l´ombra.
In quella circostanza, fu Lo Monaco, oggi in Prima Categoria nelle file del Venetico, al 90° a dilapidare la "madre delle palle-gol". Stavolta, l´oscar della generosità spetta di diritto a Saporita che al 74´, sotto gli occhi interessatissimi dell´entourage castelbuonese, prossimo avversario dei rossoblù, non si è dimostrato sufficientemente freddo come in altre circostanze, depositando con magnanimità il pallone colpito di testa, tra le braccia del portiere avversario, grato per siffatto regalo.

Certo, possiamo anche includere nel conto, il penalty non ravvisato dal direttore di gara ai padroni di casa quando le lancette del cronometro segnavano il quarto d´ora della ripresa, per un plateale mani in area di Cucè, per quanto viziato da vistosa azione di disturbo di un avversario (nella foto), ma se dovessimo fare freddamente la conta delle azioni che hanno presentato il crisma di una certa pericolosità nel quasi soporifero pomeriggio vissuto a Terme Vigliatore, non vi è dubbio che ai punti iil successo avrebbe potuto prendere la strada di Torregrotta.

Messe tuttavia da parte le recriminazioni per il mancato successo, resta da guardare la situazione generale, con una classifica che, si dirà è ancora prematuro guardare, ma che dopo aver affrontato due compagini di cui in estate non si è fatto altro che leggere un gran bene, pone il Torregrotta con i suoi 4 punti in carniere in un´invidiabile posizione di attesa, in perfetta media inglese e con la retroguardia ancora imperforata.

In più, e non è roba da poco, possiamo disquisira quanto si vuole sulla condotta rinunciataria del primo tempo, nel quale sembrava quasi che le due squadre avessero stretto un tacito patto di non belligeranza, ma è parsa evidente l´ottima tenuta atletica di tutti i giocatori impiegati per l´intero arco della gara, con quel continuo raddoppiare e a volte anche triplicare le marcature sui portatori di palla, che ha messo sovente in difficoltà l´undici termale dove l´ex Scibilia ed il bomber Cannuni, in genere abituati a "purgare" la difesa rossoblù nelle scorse stagioni, stavolta hanno fatto praticamente scena muta.

Altro aspetto da non sottovalutare e che può essere accolto come un segnale positivo per la stagione appena iniziata, è che in altre annate, partite come queste, venivano poi risolte da episodi a sfavore che ne determinavano il risultato finale e, diciamolo francamente, nelle battute conclusive, la Ciappazzi ha avuto due volte, una su punizione dal limite, l´altra su traversone in area in piena zona Cesarini, la possibilità di centrare il bersaglio, ma la mira approssimativa in occasione del calcio piazzato ed un Vinci risoluto su Cannuni e sicuro di sé a dispetto dell´ancor giovane età trattandosi di un ´96 alla sua seconda presenza in Promozione, hanno evitato quella che alla resa dei conti si sarebbe potuta tramutare in un´autentica beffa.

Con questi presupposti, la squadra agli ordini di Enzo Borelli, Pippo Bonarrigo e Paolo Sergente, tornerà in campo già domani (lunedi) alle 18, per avviare il ciclo di allenamenti in vista dell´ultimo impegno settembrino di campionato, prima della sosta imposta ai rossoblù dal calendario alla 4^ giornata.
Al Comunale, domenica 22 sarà di scena la Castelbuonese, matricola (solo sulla carta) palermitana, che all´esordio ha battuto proprio la Ciappazzi (2-0) e che composta da elementi che hanno militato in Eccellenza o che già conoscono le insidie dei campi messinesi di Promozione, potrebbe risultare una delle mine vaganti del girone.

Il programma settimanale prevede un´altra breve sosta di scarico per la giornata di martedi, quindi la ripresa mercoledì sera.
Giovedì è in fase di definizione l´amichevole con i tradizionali "sparring-partner" della Ramet (Seconda Categoria), nelle cui file milita una nutrita colonia di ex-rossoblù (Arnò, Caragliano, Sgrò, Milazzo e dalla settimana scorsa, Sframeli).
Venerdì infine, la rifinitura con le consuete convocazioni prima del rompete le righe con l´appuntamento a domenica pomeriggio.

Realizzazione siti web www.sitoper.it