24 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

ROCCA E IGEA "FORZA 7", LA PALERMITANE RALLENTANO - Riflessi dalla 12^ nel Girone B

26-11-2012 11:30 -


Il Rocca Caprileone "cala" il settebello, l´Igea Virtus sommerge i Delfini, Montemaggiore e Cefalù frenano. Questi i fatti salienti dell´ultimo week-end di novembre nel girone B di Promozione, con le due battistrada che prendono il largo aumentando sensibilmente il divario dal resto del plotone, in una giornata contrassegnata da tre successi casalinghi, due in trasferta e tre pareggi.
Nel derbyssimo del "Ciccino Micale", la Mamertina regge un tempo e mezzo, poi cede alla strapotere del Rocca Caprileone che infila il settimo sigillo consecutivo, confermandosi capolista sempre più implacabile.
Come da copione, al "D´Alcontres", l´Igea Virtus gioca al "tiro al bersaglio" contro i malcapitati Delfini in caduta libera, mantenendosi in scia alla capolista.
Non vanno oltre il pari casalingo le due palermitane d´alta classifica. Il Montemaggiore che a Cerda si vede imporre l´1-1 da un Sacro Cuore reattivo e determinato a tornare indenne dalla difficile trasferta ed il Cefalù, che pare aver perso lo smalto dei giorni migliori e lontano dal "Santa Barbara", rischia di capitolare al cospetto del Collesano che fallisce persino il penalty del vantaggio.
Dei mezzi passi falsi di queste due formazioni, ne approfitta la solida Spadaforese, che regola senza eccessivi affanni il discontinuo Sant´Agata. Prosegue il periodo favorevole della Ciappazzi che passa con autorità sul campo dell´Equipecomprensorio, confermatasi squadra dalle autoreti facili (già 4 in dodici turni). Torna al successo e abbandona la zona play-out il Torregrotta, che regola con una rete per tempo, il volenteroso ma inesperto Patti. Infine finisce senza vinti né vincitori, il derby tra Cus Palermo e Real Calcio, con i cussini che allungano la striscia positiva portandola a 4 turni ed i termitani che ottengono un pari utile a muovere una classifica che in zona pericolo si mantiene ancora pericolosamente corta.
Tra i cannonieri, fermo il pattese Catalfamo, si fanno avanti Cannuni, il tandem igeano Genovese-Amante, autori di una doppietta e Marandano.

E nel prossimo turno, allacciamo le cinture, con Rocca Caprileone-Spadaforese e Sacro Cuore-Igea Virtus che promettono scintille...

Realizzazione siti web www.sitoper.it