23 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

SPORTING E TRECASTAGNI, LA SFIDA CONTINUA A DISTANZA. PER ACI SAN FILIPPO E RANDAZZO SI METTE MALE - La 21^ del girone C.

02-02-2015 17:00 -


Tutto invariato in vetta al girone C di Promozione dopo la 6^ di ritorno che ruotava attorno al confronto al vertice del "Bacigalupo", dove prevalendo le difese più ermetiche sugli attacchi più prolifici del girone, Sporting Taormina e Trecastagni hanno finito col confezionare uno 0-0 che rimanda alle restanti 9 giornate in calendario, ogni decisione per l´assegnazione della promozione diretta in Eccellenza.

Si ferma quindi a quota "14" la striscia di vittorie consecutive in casa ottenute dalla capolista, che non falliva un colpo sul sintetico amico dal 2-2 con il quale il 25 gennaio 2014, il Castelbuono di Ciccio Nardi, aveva lasciato indenne la "Perla dello Jonio". Di contro, mantiene l´imbattibilità esterna il Trecastagni che lontano dal "La Carlina", non conosce l´onta della sconfitta dal 16 marzo 2014 (Robur-Trecastagni - 1-0).

Traggono beneficio del nulla di fatto tra le due lepri del girone, il tandem attualmente al terzo posto, formato da Troina e Pro Mende che aggiudicandosi i rispettivi incontri in calendario, portano a "-9" il distacco dalla seconda poltrona, rientrando a pieno titolo in orbita play-off.

Tutto facile per gli ennesi di Giuseppe Pagana, che con due reti per tempo si sbarazzano della Jonica e chiudono il mese di gennaio con un "pokerissimo" di vittorie che li consacra a "squadra del mese" davanti al Trecastagni che di punti nelle 5 gare disputate subito dopo la sosta, ne ha messi insieme 13.
Un po´ più sofferto il successo dei luciesi di Benedetto Granata, cui tuttavia è sufficiente il gol alla mezz´ora di Schepisi per avere ragione di un irriducibile San Gregorio.

Primi sorrisi del nuovo anno per Atletico Pedara e Forza Calcio Spadaforese. Gli etnei liquidano la pratica Randazzo con un perentorio 3-0, che inguaia ulteriormente i granata del Randazzo che cominciano ad annaspare sempre di più al penultimo posto. In rimonta invece, più o meno esattamente come nel match di andata, il successo dell´undici di Carmelo Mancuso che dopo un avvio di gara "ad handicap", si vede regalare il pari su un piatto d´argento per poi mettere a segno con il solito Buda, il gol che condanna un Torregrotta generoso ma poco concludente sottorete, alla terza sconfitta esterna consecutiva.

Viaggio a vuoto per il Pistunina, che al "Tupparello" trova disco rosso ad opera di un Real Aci che riscatta la sconfitta a tavolino assegnata in settimana contro il Città di San Filippo del Mela per il "pasticcio-Costanzo" e piega i rossoneri messinesi ad inizio ripresa. Non ci fosse stato lo 0-3 del Giudice Sportivo, l´undici di Nino Marchetti avrebbe realizzato lo stesso percorso netto del Troina (5 vittorie su 5) e, quel che più contava, si sarebbe trovato in beata solitudine al quinto posto della graduatoria.

Chiudono la rassegna le partite che vedevano in campo alla domenica le due compagini sanfilippesi e nelle quali, se il San Filippo di sponda acese, incassa sul campo dell´Aci Sant´Antonio la sconfitta consecutiva n.9 e con un pesante fanalino da reggere, conferma ogni settimana di più, il ruolo di indiziata principale per la prima retrocessione, quello di sponda tirrenica, impreca al recupero nel corso del quale incassa dal Città di Randazzo il gol del 2-2, tornando dalla difficile trasferta etnea, con un pari che lascia per la formazione di Ciccio Russo, tutto pressocchè e maledettamente immutato.

Realizzazione siti web www.sitoper.it