21 Aprile 2021
NEWS
percorso: Home > NEWS

SPORTING TAORMINA-CASTELBUONESE AL "D´ALCONTRES" - Pronostico rispettato. Sarà Barcellona la sede dello spareggio per l´Eccellenza tra le due protagoniste del girone B.

16-04-2014 17:00 -
Un "totale" del "D´Alcontres" visto lato monte


Alla fine, ha prevalso la logica. Tra una squadra che dispone di un terreno di gioco in sintetico e l´altra di un rettangolo in terra battuta, era quasi inevitabile che si optasse per una soluzione intermedia (in erba naturale), in un impianto funzionale e quanto più equidistante dalle due località, omologato per gare di categoria superiore e con una capienza idonea ad accogliere in condizioni di sicurezza estrema, la prevedibile affluenza di sportivi di ambo i centri cui si uniranno verosimilmente anche i cosiddetti "neutrali" e gli addetti ai lavori per quella che comunque vada sarà la "partita dell´´anno" tra due degnissime formazioni che meriterebbero di approdare a braccetto in Eccellenza .
C´era solo da determinare la sede, anche se sin da subito, la "nomination" di Barcellona era apparsa la più gettonata e gradita persino rispetto ad un altro impianto, forse l´unico che per le caratteristiche sopra citate, avrebbe potuto soffiare l´evento alla cittadina tirrenica, vale a dire il nisseno "Pian del Lago".

90, i chilometri da Taormina. 125 quelli da Castelbuono. E´ questa la distanza che separa i due centri dal "D´Alcontres" di Barcellona Pozzo di Gotto (nella foto) che, come pubblicato ieri sul C.U. n.482, sarà pertanto il teatro dello spareggio tra le due formazioni regine del girone B di Promozione, che andrà in scena domenica 27 nel funzionalissimo stadio della città del Longano.
Faranno ovviamente i debiti scongiuri gli sportivi jonici se ricordiamo che nel precedente spareggio per l´Eccellenza, quello del maggio 2004 tra Torregrotta e Pro Mende, giocato sull´erba naturale del "Gepy Faranda" di Patti, ebbe la meglio (2-1) la formazione con il campo in terra battuta (la Pro Mende di S.Lucia del Mela) rispetto al Torregrotta che disponeva da un anno del sintetico.

Definita dunque la sede per l´attesissima "bella" tra Sporting e Catelbuonese (una vittoria per parte nella stagione regolare) che dovrà stabilire quale delle due compagini approderà direttamente in Eccellenza, evitando l´insidia dei play-off.
La perdente infatti, salterà il play-off di qualificazione alla finale (il Pistunina, quinto, è arrivato 21 punti dietro) e dovrà vedersela con la squadra che avrà la meglio dal confronto del "Grotta di Polifemo", in contemporanea a quello di Barcellona (ore 16,30), tra il Città di Milazzo e la Santangiolese, con i mamertini degli ex Bucca, Filippo Romeo, Rasà e Danilo Giglio, che dopo aver dovuto rinunciare per la regola dei 10 punti al play-off dello scorso anno contro il Rocca Caprileone, aprono la serie di incontri che nelle aspettative degli sportivi di fede milazzese, dopo la delusione di una prematura uscita di scena dal discorso primato e quella altrettanto cocente dell´eliminazione nei quarti di finale di Coppa Italia ad opera del Giarre, rappresentano l´ultima ciambella di salvataggio per non restare al palo per il secondo anno consecutivo.

Cliente scomodo quello dei milazzesi, costituito da una Santangiolese dal primato del minor numero di sconfitte (2 in tutto l´arco del campionato, in casa delle due leader), che affronta la post-season con in poppa il vento dell´entusiasmo per una partecipazione al di là di ogni più rosea aspettativa, ma che questa volta, dovrà superarsi per avere la meglio. Non sarà sufficiente infatti per la formazione di Francesco Palmeri, ottenere l´ennesimo pareggio (sarebbe il 13°, record stagionale di tutti i gironi di Promozione) con il quale ad andare avanti sarebbe l´undici mamertino.

Definite naturalmente anche date ed orari di inizio degli altri match in programma per il primo turno di questa appendice ai tornei.
In Promozione, girone A, torna in corsa il Cefalù che lo scorso campionato dovette fermarsi dinanzi al Rocca al "C.Micale" dopo aver fatto fuori la Spadaforese al "Santa Barbara" di casa. Per i cefaludesi, secondi al termine della stagione regolare, il primo turno riserva l´insidioso derby casalingo col Monreale, sabato 26 alle 16.
La vincente troverà nella finale di girone, una tra Dattilo e Salemi che si incroceranno per un derby tutto trapanese, domenica 27 alle 16,30.

Niente play-out nel girone B come ampiamente risaputo, con le retrocessioni dirette di Atletico Villafranca, Ghibellina e Riviera Messina Nord, nel girone A l´unico match con la salvezza in palio riguarderà una formazione che lo scorso anno calcò i campi messinesi di Promozione. Si tratta dei Delfini del rione marinaro palermitano Vergine Maria, che l´anno scorso al termine di una lunga "remuntada" coronata da successo, acquisirono il diritto a disputare sul campo amico del "Lo Monaco" la gara ad eliminazione diretta condannando il Sant´Agata alla retrocessione, mentre questa volta punteranno al bis ospitando i trapanesi del Fulgatore.

Nel complesso, la già menzionata regola dei 10 punti di distacco, solo in rarissimi casi non ha trovato applicazione quest´anno, condannando in anticipo le compagini in assoluto meno solide dell´intero lotto di partecipanti al campionato, determinando ben 10 (su 12) retrocessioni dirette (a quelle di Riviera, Ghibellina ed Atl.Villafranca, si aggiungono Carini e Strasatti nel girone A, Real Avola ed Agira Nissoria nel girone C, Real Biscari, Aquila Sammichelese e il già escluso Scicli nel girone D).

Per completare lo scomodo quadro delle formazioni che, salvo rimescolamenti e ripensamenti estivi vari, ritroveremo la prossima stagione in Prima Categoria, al match del "Lo Monaco", si aggiunge quello del "Bianchino" di Siracusa, dove sarà di scena una delle squadre che per alcuni anni ha costituito appuntamento fisso e in certi casi anche decisivo della stagione. Si tratta del Troina, avversario del Torregrotta nel 2005/06, nel 2008/09 e 2010/11, chiamato a sovvertire il pronostico sul campo della Rari Nantes, per evitare di dover fare compagnia ai "cugini" dell´Agira Nissoria che al culmine di una stagione da dimenticare e conclusa mestamente all´ultimo posto, sono già finiti da tempo al piano di sotto.

Una rapida occhiata alle finali che dovranno condurre le formazioni di Prima Categoria al campionato di Promozione 2014/15 e quindi potenziali avversarie del Torregrotta nella prossima stagione agonistica.
Nel Girone A, due conoscenze dei rossoblù, Equipecomprensorio e Città di Casteldaccia, che si affronteranno domenica 27 a "Borgo Nuovo" per guadagnare la finalissima contro una tra Prizzi e Siculiana.
Nel girone D, sabato 26 toccherà alla Pro Mende di Ciccio Russo, Franco Zullo e del torrese Rocco Pino, guidare la carica dei giallorossi che con il vantaggio del fattore campo, ospiteranno il Barcellona per contendersi il posto nella finalissima contro una tra Città di Mistretta e Campofelice.

Realizzazione siti web www.sitoper.it