03 Dicembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

SPORTING TAORMINA IN PARADISO, ANDATA E RITORNO IN 8´, LA CASTELBUONESE RINGRAZIA LAMONICA...SARA´ SPAREGGIO-PROMOZIONE - Finale di stagione "thrilling". Per l´Eccellenza sarà necessaria la "bella".

07-04-2014 16:30 -

Era una sola (su 9) ma, guardando i valori in campo e le motivazioni delle squadre impegnate, era forse la più gettonata e, ammettiamolo, la più suggestiva delle ipotesi. Se poi ci mettiamo anche l´imponderabile di un calcio di rigore decisivo a pochi minuti dallo scadere, non trasformato dal cannoniere principe della capolista e giunto quando il rigorista della squadra (Buda) era già uscito di scena , è segno evidente che l´epilogo del girone B di Promozione fosse destinato a finire nelle mani di un avvincente spareggio.

E così, esattamente come dieci anni fa di questi tempi (era la stagione 2003/04), la giornata conclusiva segna l´aggancio in vetta tra le due mattatrici del girone.
In quell´occasione, fu la Pro Mende capolista ad essere bloccata sullo 0-0 dal Mazzarrà a caccia del punto salvezza e raggiunta sul filo di lana dal Torregrotta, che superando agevolmente al Comunale il tranquillo Gioiosa, rimandò il discorso promozione allo sfortunato spareggio di Patti.

Questa volta, quasi identico il copione, ma attori diversi, con gli ultimi palpitanti 15 minuti della stagione a regalare agli sportivi ed addetti ai lavori, un finale degno del miglior Hitchcock, a partire dal 74´ quando la rete di Catania aveva momentaneamente mandato lo Sporting in Paradiso, salvo ritrovarsi 8´ più tardi al punto di partenza, in virtù della rete di Spinella che all´82´ riportava il risultato in parità.
Finita qui? Nemmeno per idea, perché sui titoli di coda del match, lo Sporting beneficia di un penalty. Ma il dio del calcio che pare voglia premiare gli sforzi della squadra di Aiello, cambia improvvisamente idea e decide che una simile stagione non può finire così.
E´ a questo punto che prende le sembianze di Lamonica, l´inossidabile estremo difensore santangiolese, che neutralizzando il tentativo di trasformazione dagli undici metri di Totaro, rimanda tutto ad un terzo confronto tra le due antagoniste.

Lo spareggio che era dietro l´angolo alla vigilia della trentesima giornata, si materializza dunque. Resta da vedere quale impianto ospiterà Sporting Taormina e Castelbuonese (Troina e Barcellona Pozzo di Gotto le nostre favorite, sia per le caratteristiche degli impianti, che per collocazione geografica...ndr), arrivate appaiate al termine di un entusiasmante testa a testa, con un cammino identico (40 punti su 42 in casa, 27 in trasferta) e che attendono la "bella" (vittoria madonita al Failla per 2-1, risposta jonica al "Bacigalupo" per 2-0 nei confronti diretti), per decidere chi delle due approderà direttamente in Eccellenza.
Per la perdente, oltre al morale inevitabilmente da ricostruire, ci sarà la "ciambella di salvataggio" dei play-off che sabato 3 o domenica 4 maggio nel secondo turno vedrà una delle due ospitare la vincente tra Città di Milazzo e Santangiolese, le due formazioni giunte rispettivamente al terzo e quarto posto e che si affronteranno nell´ultimo week-end di aprile .

Trentuno le reti complessivamente realizzate nell´ultima tornata del girone (record stagionale), che fanno salire il totale delle reti realizzate nelle 30 giornate, a 602, per una media di poco meno inferiore alle 3 a partita (2,9).

E´ stata la sagra del gol, oltre che al "Failla" dove il Pistunina ha limitato i danni, uscendo sconfitto per 5-3 dalla tana della famelica Castelbuonese, anche a Castiglione di Sicilia dove il Città di Milazzo, fa sua l´intera posta in palio contro un Randazzo ormai in porto (2-5) ed a Mili Marina, dove il Castelbuono, chiude il suo ottimo girone di ritorno, infierendo su un Ghibellina ormai in disarmo (0-6).

Salutano la Promozione con l´onore delle armi, l´Atletico Villafranca ed il Riviera Messina Nord, che cedono di stretta misura contro il Sinagra ed il Torregrotta, quest´ultimo che nella gara d´addio del suo capitano Beppe Borelli, incamera "di rigore" i tre punti che permettono di guadagnare una posizione in graduatoria ai danni della Ciappazzi che ha osservato il turno di riposo.

Nel sabato degli anticipi, la Mamertina confeziona l´ultima ciliegina del suo ottimo campionato, tornando da Fiumefreddo di Sicilia con l´intera posta in palio che colloca l´undici di Massimo Bontempo al sesto posto finale.

Infine l´unico pareggio della giornata, ma è quello che potrebbe risultare il più decisivo della storia di questo campionato, quello del "Caldarera" di Sant´Angelo di Brolo, dove la Santangiolese ferma ad 8 la serie di vittorie consecutive dello Sporting Taormina, mantiene l´inviolabilità del proprio campo confermandosi la formazione meno battuta dell´intero lotto, ottenendo un pareggio, il 12mo della serie (record stagionale tra Eccellenza e Promozione) che permette alla squadra di Francesco Palmeri, di coronare la stagione con la disputa dei meritati play-off.

Realizzazione siti web www.sitoper.it