23 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TORREGROTTA GENEROSO, LA CAPOLISTA PASSA SOLO SU RIGORE - Dell´ex rossoblù Buda dagli undici metri, il gol che decide la sfida del Comunale

23-03-2014 21:00 -
Vinci battuto dal tiro di Buda dagli undici metri. E´ il gol che decide il match
CAMPIONATO PROMOZIONE GIRONE B - 28^ GIORNATA - 13^ DI RITORNO
TORREGROTTA (ME) - Comunale - domenica 23/03/2014 - ore 15,00



TORREGROTTA - 0
SPORTING TAORMINA - 1




TORREGROTTA: Vinci, Ruggeri, Cuce´, Merlino (55´ Scibilia), Impala´, Borelli, Cambria, Cacciotto, Arico´, Saporita,
La Spada
A disp.: Giunta, T.Romeo, E.Romeo, Isgro´, Pirrone, Mangano
All.G.Giunta

SP.TAORMINA: Gulisano, Pino, D.Trovato, Blatti, Stracuzzi, M.Trovato, Emanuele, Puglia, Catania, Varrica (78´ Bonaccorso), Buda
A disp.: Lo Monaco, Muscara´, La Rosa, Barca, Cacciatore
All.A.Aiello

Arbitro. R.Leotta di Acireale
Assistenti: Gargano e Marinaro di Palermo

MARCATORE:18´ rig.Buda

AMMONITI: 17´ Impalà (T), 24´ Saporita (T), 63´ Buda (ST), 70´ Blatti (ST), 88´ Borelli (T)

ESPULSO: 41´ Impala´ (T)

ANGOLI: 4-1 per lo Sporting Taormina (p.t.3-0)

OFF-SIDES: 3-3 (p.t. 2-0 per il Torregrotta)

RECUPERO: 2´ + 3´


E´ sufficiente un calcio di rigore assegnato al 18´ dal sig.Leotta per ingenuo fallo di mano in area di Impalà sugli sviluppi di una punizione calciata da Varrica e trasformato dall´ex di turno, Peppe Buda, per consentire allo Sporting Taormina di espugnare il Comunale "a porte chiuse" e continuare la propria marcia in vetta alla classifica del girone. Ospiti che nel primo tempo hanno tenuto saldamente in mano il pallino della gara senza però impensierire più di tanto l´attenta retroguardia di un Torregrotta che prima dell´intervallo arrivava vicino al pari con La Spada che al momento di concludere a due passi da Gulisano, veniva involontariamente ostacolato dal compagno di squadra Cacciotto.
Nella ripresa, giocata interamente con un uomo in meno per l´espulsione al 41´ del primo tempo dello stesso Impalà, il Torregrotta ha cercato di riequilibrare le sorti del match, reclamando un rigore quanto meno dubbio al 91´ su plateale atterramento in area di Aricò, sul quale il direttore di gara ha ritenuto di dover sorvolare.

La cronaca si apre al 6´ con lo Sporting che parte subito forte e con Catania, impegna severamente Vinci costretto a rifugiarsi in angolo alla sua destra.
Al 17´ l´episodio decisivo della gara. Punizione calciata da Varrica dalla destra. Dalla barriera si alza il braccio galeotto di Impalà che stoppa visibilmente la palla, inducendo il direttore di gara ad indicare il dischetto.
Dagli undici metri, l´ex rossoblù Peppe Buda, trasforma spiazzando Vinci alla sua destra.
Il Torregrotta cerca subito di reagire ed al 24´ reclama un penalty per fallo di mano in area taorminese su conclusione di Saporita, ma l´arbitro non è dello stesso parere e lascia correre.
Al 41´ il Torregrotta resta in inferiorità numerica per l´espulsione di iMpalà reo di aver pronunciato qualche parola di troppo all´indirizzo del direttore di gara su azione viziata da fallo su Borelli.
Al 44´ la prima conclusione rossoblù degna di nota prota la firma di Cambrìa che dai 20 metri indirizza centralmente, con Gulisano che si accartoccia sulla sfera e blocca.
Nel recupero, su punizione calciata da Borelli, la sfera giunge in area piccola dove La Spada e Cacciotto si avventano ostacolandosi. La conclusione del n.11 torrese risulta pertanto debole e facile preda dell´estremo difnesore ospite.
Nella ripresa il Torregrotta non mostra di soffrire l´inferiorità numerica ed anzi si propone maggiormente. Ne vengono fuori 45´ più equilibrati ma durante i quali la retroguardia ospite non concede spazi agli avanti rossoblù.
Si arriva al primo dei tre minuti di recupero, quando su assist di Saporita, Aricò viene atterrato nei pressi di Gulisano. Il signor Leotta però è inflessibile e ravvisa un´azione irregolare del centravanti rossoblù comandando tra le proteste locali una punizione a favore dello Sporting.
Con la girata di prima intenzione di Aricò allo scadere del recupero, che si perde alta sulla traversa, vanno in fumo anche le ultime possibilità di agguantare un pari che i torresi avrebbero comunque potuto meritare al cospetto di una capolista dal gioco pratico e veloce, che ha saputo capitalizzare il rigore del primo tempo.
Per lo Sporting una vittoria che permette a 180´ dalla conclusione, di mantenere il vantaggio in classifica sulla Castelbuonese. Per il Torregrotta, lo stop non dovrebbe pregiudicare più di tanto la permanenza diretta anche se per questa, bisognerà forse attendere il prossimo turno, nel quale l´undici di Giunta, renderà visita alla Mamertina.

LE FOTO DELLA PARTITA - clica qui



Realizzazione siti web www.sitoper.it