22 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TORREGROTTA CONVALESCENTE, C´E´ UNA PAREGGITE DA CURARE - I rossoblù da stasera in campo in vista dell´anticipo di sabato a Patti.

20-11-2012 07:30 -
Danilo Giglio (a sinistra) e Fabio Scibilia, nel pre-partita di domenica scorsa
Smaltita in parte la delusione per il pari interno col Cus Palermo, il Torregrotta torna da stasera in campo per preparare la trasferta di sabato pomeriggio, che vedrà Rocco Pino e soci, rendere visita al pericolante Patti, formazione cara ai fratelli Accetta e che dopo un inizio campionato promettente, culminato con due vittorie casalinghe consecutive (Delfini e Mamertina), ha inanellato a suon di reti subite (ben 31) un´interminabile serie negativa di risultati (1 pari a Palermo in casa Equipecomprensorio nel mezzo di 7 sconfitte), che collocano attualmente i prossimi avversari dei rossoblù al terzultimo posto della graduatoria.

Guai però a parlare di avversario facilmente addomesticabile tra i torresi, tanto più se si pensa che i ripescati pattesi, nonostante un andamento che più che deficitario non si potrebbe definire diversamente, vantano con 16 reti, di cui 7 su calcio di rigore, uno dei migliori attacchi del girone, imperniato su Antonio Catalfamo che con 11 centri (6 dal dischetto), detiene attualmente il primato nella classifica cannonieri.
Cliente quindi da affrontare con massimo rispetto per un Torregrotta afflitto da una ormai conclamata pareggite e reduce dall´ennesimo mezzo passo falso che allunga la galleria dei rimpianti per le opportunità mancate per dare una svolta in positivo ad un campionato nel complesso tutt´altro che irresistibile.
Nessun atto di accusa sia chiaro, soprattutto perché, sul piano della volontà e dell´impegno durante i 90´, non si può certamente dire che i ragazzi non siano stati secondi a nessuno, mostrando peraltro una tenuta atletica invidiabile se si pensa che ancora una volta la squadra è riuscita con un prepotente finale di gara a raddrizzare il risultato nelle battute conclusive, con avversari ormai a corto di ossigeno ed evitando così il materializzarsi di una mortificante sconfitta casalinga che avrebbe potuto avere pesanti ripercussioni se non altro sul piano del morale.

Nella "sagra" delle occasioni perdute e dei "se" e dei "ma" che come sempre non fanno altro che alimentare le solite chiacchiere da bar fini a se stesse, la classifica però è lì, spietata a dire che con i 13 punti della dotazione attuale, finisse oggi il campionato, il Torregrotta si ritroverebbe addirittura a dover disputare il play-out e proprio contro il Patti prossimo avversario in calendario. Prospettiva certamente poco allettante per un collettivo che, non ci stancheremo mai di dirlo e senza faziosità alcuna, avrebbe tutte le carte in regola per stazionare nella prima parte della classifica.
Restano quattro gare da qui al giro di boa del 16 dicembre (Patti fuori, Sant´Agata e Spadaforese in casa, chiusura a Termini Imerese contro il Real Calcio). Quattro partite nelle quali, se è vero che i punti persi fin qui per strada non torneranno più, è altrettanto vero che dovranno dire se questo Torregrotta può ancora lasciare un segno sul campionato o sarà destinato a restare anche per quest´anno nell´anonimato.
E´ innegabile che occorrerà rimboccarsi le maniche e ripartire con entusiasmo ed una maggiore consapevolezza nei propri mezzi, rinunciando perché no al gioco di fioretto per prediligere la concretezza che finora è stata il tallone di Achille di una compagine senza dubbio bella a vedersi, ma alla resa dei conti poco pratica.

Tornando all´inizio della preparazione in vista del match di sabato 24, tornerà disponibile Checco Scibilia, che col Cus Palermo ha scontato il turno di squalifica. Resterà fermo ancora per una giornata invece Angelo Mento, che ha pagato con due turni di stop, l´ingenuità di fine partita con l´Equipecomprensorio. Da valutare infine le condizioni di Iorio e Fabio Scibilia, usciti anzitempo domenica pomeriggio per noie muscolari, nonché quelle di Alessandro Cucè, giunto claudicante a fine gara.
Il programma di avvicinamento alla gara del "Gepy Faranda", sarà articolato sulle tre giornate, come sempre avviene in presenza di anticipi di campionato, con la giornata del mercoledi che vedrà al lavoro solo il gruppo "senior", stante l´impegno pomeridiano dei ragazzi della Juniores, in campo al pomeriggio nel delicatissimo derby casalingo con i pari età della Spadaforese.

Realizzazione siti web www.sitoper.it