28 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TORREGROTTA, LA BEFFA ARRIVA SUL FILO DI LANA - In vantaggio 3-1 a 2´ dal termine, i rossoblù di Giunta vengono raggiunti allo scadere del recupero.

08-12-2013 18:00 -
CAMPIONATO PROMOZIONE SICILIANA GIRONE B - 14^ GIORNATA DI ANDATA
TORREGROTTA (ME) - domenica 8/12/2013


TORREGROTTA - 3
MAMERTINA - 3


Marcatori: 1´ Onofaro (M), 35´ Saporita (T), 60´ Sciliberto (T), 73´ Ruggeri (T), 88´ M.Serio (M), 90´ + 6´ Onofaro (M)

TORREGROTTA: Giunta, Impalà, Cucè, Ruggeri, Scibilia, Borelli, A.Isgrò (46´ Cattafi), La Spada, Saporita (74´ Iannello), Sciliberto, S.Isgrò (55´Morasca)
a disp.: Vinci, T.Romeo, Pirrone, I.Mento
all.: G.Giunta

MAMERTINA: Raffiti, Crascì, Curasì, Ventura, Prestimonaco, Noto (36´ F.Mangano, 64´ S.Serio), D.Serio, M.Mangano, M.Serio. Drago, Onofaro
a disp.: Bontempo, Vilardo, Biondo, Parafioriti, Della Chiesa
all.: M.Bontempo

ARBITRO: Gabriele BELLINGHIERE di Messina
ASSISTENTI: Vito RAIMONDO e Gianfranco ALESCI di Barcellona PdG


ANGOLI: 5-5 (p.t. 2-1 per la Mamertina)

AMMONITI: 37´ D.Serio (M), 41´ Impalà (T), 68´ Cucè (T), 73´ Crascì (M), 90´+1´ S.Serio (M)

ESPULSI: 69´ Sciliberto (T) e Drago (M) per reciproche scorrettezze, 82´ l´allenatore della Mamertina, Bontempo, 90´+5´ Ventura (M)

RECUPERO: 3´ + 6´

OFF-SIDES: 5-2 per la Mamertina (p.t.4-0)


Non riesce al Torregrotta del "nuovo corso" targato Giunta, di tornare ad un successo in campionato che manca da 7 turni, costretto a rinviare l´appuntamento con i tre punti nonostante una gara, l´ennesima, generosa ma nella quale stavolta, neppure avanti di due reti a una manciata di minuti dal 90´, i rossoblù sono riusciti a portare in porto un risultato importantissimo ai fini della classifica e che probabilmente sentivano già in pugno, ma che qualche leziosismo di troppo in fase conclusiva sul 3-1 e una dose, non indifferente di malasorte hanno finito col far volatilizzare.

"Mea culpa" quindi per un pur sfortunato Torregrotta, ma merito anche dell´indomita Mamertina, che non si è data mai per vinta, credendo in un recupero anche quando sembrava tutto perso in una domenica nella quale, a dispetto dei cinque squalificati, i nebroidei presentavano in formazione alcuni innesti importanti, il primo dei quali, Ivan Onofaro, si è rivelato decisivo e, oseremmo dire, letale, ai fini del risultato finale.

Alla fine, si contano oltre alla 6 marcature, un rigore neutralizzato da Giunta sull´1-1, 5 ammonizioni, 4 espulsioni ed un arroventato finale di gara, originato quando sul risultato di 3-2 ed a 30" dallo scadere dell´ultimo dei minuti di recupero concessi dal sig.Bellinghiere, un´entrata scomposta di Scibilia su Matteo Serio, viene sanzionata con un calcio di punizione da posizione centrale ad una decina di metri dal limite dell´area di rigore rossoblù.

Nel predisporre la barriera, Giunta viene disturbato da Curasì. Qualche scaramuccia tra i due, con il n.3 ospite, che "stramazza" in maniera plateale ed esagerata a terra, quindi la "prodezza" di Ventura che nel parapiglia che ne scaturisce, trova bene il modo per colpire violentemente al volto Scibilia (che rimedia una ferita lacero contusa al labbro superiore, medicata dai sanitari del presidio ospedaliero di Milazzo...ndr).

Riportato l´ordine in campo con qualche difficoltà da parte della terna arbitrale con la collaborazione delle dirigenze delle due squadre e con il cronometro bloccato, Onofaro può calciare il tiro di punizione che, quando la lancetta segna 57´50" dall´inizio della ripresa, trova la deviazione galeotta di un giocatore rossoblù in barriera che mette fuori causa l´estremo difensore torrese, il cui disperato tentativo non impedisce alla sfera di insaccarsi alla sua destra tra la gioia incontenibile degli ospiti e la disperazione del clan locale.

Che non fosse una giornata favorevole, si era avuto il presagio già sin dal "pronti via", quando alla conclusione del primo giro di lancette, una punizione da oltre 25 metri quasi nei pressi della linea dell´out di destra, Onofaro rendeva amaro il debutto di Giunta tra i pali della porta torrese, facendo descrivere al pallone una traiettoria che sorprendeva il pipelet torrese, spegnendosi nell´angolo più lontano e portando in vantaggio i suoi.

Veemente la reazione rossoblù che al 22´ andavano vicinissimi al pari con una percussione di Sciliberto dalla metà campo, l´uno-due con Saporita all´ingresso in area e la conclusione del n.10 che si perdeva di poco alla sinistra di Raffiti.

Il pareggio arriva al 35´ e nasce ancora una volta sull´asse Sciliberto-Saporita, con il n.10 torrese che mette in mezzo per l´attaccante filippese che senza pensarci un attimo, trova coordinazione e precisione giuste per incrociare rasoterra, mettendo alle spalle dell´impietrito Raffiti.

La gara si mantiene su ritmi sostenuti e piacevoli, con il Torregrotta che cerca il vantaggio e la Mamertina che risponde colpo su colpo. Cosicchè al minuto 41, sono gli ospiti che hanno l´opportunità per riportarsi avanti col punteggio, su calcio di rigore concesso dal direttore di gara per plateale fallo di mano di Impalà su innocuo traversone dalla destra di Matteo Serio. Giunta però conferma le ottime doti di "para-rigori" e neutralizza il tentativo di trasformazione dello stesso n.9 ospite, bloccando in due tempi il tiro indirizzato alla sua sinistra.

Il penalty fallito dalla Mamertina, dà ulteriore vigore alle speranze dei rossoblù che si riversano con maggior convinzione alla ricerca del vantaggio che giunge all´ora esatta di gioco sugli sviluppi di un corner con traversone di Cucè nell´area piccola e Sciliberto, lesto a raccogliere una prima respinta e ribadire da pochi passi in rete.

Al 69´ le squadre restano in 10. Il signor Bellinghiere, su segnalazione del collaboratore sotto la gradinata (Alesci), espelle infatti Sciliberto e Drago per reciproche scorrettezze.
Al 73´ la gara sembra prendere una piega decisiva, quando Saporita, dopo essersi portato a spasso pallone e mezza difesa ospite lungo tutto il fronte d´attacco rossoblù, giunge sul fondo e sull´accenno di uscita di Raffiti, porge sottorete a Ruggeri che piazza la zampata del 3-1.

Partita chiusa? Nemmeno per idea, perché all´85´ gli ospiti fanno le prove generali del secondo gol con Ventura che si presenta dinanzi a Giunta che salva la sua porta deviando di piede sulla conclusione ravvicinata.
Un minuto più tardi, il Torregrotta potrebbe mettere la parola fine alla gara su un contropiede "tre contro uno", ma La Spada e Morasca, cincischiano davanti alla porta e consentono alla Mamertina di ripartire. Sul capovolgimento di fronte, Serio servito in area, coglie d´anticipo l´intera retroguardia rossoblù e accorcia le distanze mettendo alle spalle di Giunta.

Nel recupero, il Torregrotta sembra poter gestire il risultato, prima dell´episodio del 95´ già descritto e che costringe la formazione del presidente Sindoni a congedarsi dai propri tifosi con un nuovo passo falso.
Si tornerà al Comunale domenica 5 gennaio contro la Ciappazzi, ma prima della sosta, Borelli e compagni sono attesi da due trasferte per nulla agevoli. Sabato prossimo in casa del disperato Riviera Messina Nord, mentre domenica 22, alla prima di ritorno, di scena a Mili Marina contro il Pistunina.

PER VEDERE LE FOTO DELLA PARTITA, CLICCA QUI

Realizzazione siti web www.sitoper.it