29 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TORREGROTTA, LA CORSA VERSO SAN CATALDO FINISCE QUI - I rossoblù di Enzo Borelli sfiorano la qualificazione. Agli ottavi va il Milazzo

27-11-2013 19:00 -
Bucca battuto dal colpo di testa di Rasà
COPPA ITALIA PROMOZIONE - MEMORIAL "O.SIINO" -SEDICESIMI DI FINALE - RITORNO
TORREGROTTA (ME) - "Comunale" - mercoiledi 27/11/2013 - h.14,30


TORREGROTTA - 1
CITTA' DI MILAZZO - 0


MARCATORE: 47' Rasà (T)

TORREGROTTA: Vinci, Di Giovanni (63' Cattafi), Pirrone, Cucè, Scibilia, G.Borelli, Iannello, T.Romeo, Rasà, Sciliberto, A.Isgrò (63' Saporita)
A disp.: Schepis, Previti
All.: E.Borelli

CITTA' DI MILAZZO: Bucca, Salmeri, Fleri, Rizzo, F.Romeo. Lena, Zerbo (67' Bartuccio, 89' Crisafulli), Micale, D'Angelo (46' Iovine), Miroddi, Hien
A disp.: Catalfamo, Impalà, Giglio, Maisano
All.: G.Accetta

ARBITRO: G.ppe Bertè di Barcellona PdG (Nania e Raimondo di Barcellona PdG)

ANGOLI: 3-3 (p.t. 2-1 per il Città di Milazzo)
AMMONITI: 23' Rasà (T), 25' Iannello (T), 33' Scilibrto (T), 40' Scibilia (T), 79' Bartuccio (CM), 82' Cucè (T)
ESPULSO: 90' Fleri (CM)
OFF-SIDES: 1-0 per il Torregrotta (p.t.0-0)
RECUPERO: 1' + 4'

Alla fine, la frase più eloquente è stata quella pronunciata da Peppe Sciliberto, subito dopo il triplice fischio del direttore di gara, quando nel guadagnare gli spogliatoi malediva il 93' della partita di andata ed il rigore della quarta marcatura mamertina. Senza quello, chissà, questo turno di coppa avrebbe potuto assumere un sapore diverso, anche se com'è risaputo, queste sfide vanno sempre interpretate nell'ottica dei 180' e non è detto che il Città di Milazzo sarebbe sceso in campo con la stessa mentalità vista quest'oggi al Comunale.
Messi comunque al bando i commenti fatti col senno del poi, si ferma ai sedicesimi di Coppa Italia, la corsa del Torregrotta verso la finalissima di San Cataldo. La rimonta dei rossoblù, riesce infatti solo a metà.

La squadra di Enzo Borelli, pur in formazione rimaneggiata (3 squalificati, 3 convocati indisponibili all'ultimora e 4 infortunati), sfiora la qualificazione, mettendo paura al Città di Milazzo che va avanti nella competizione tricolore in virtù del 4-2 maturato all'andata.

La cronaca si apre al 6' con Micale che giunto sul fondo, mette in mezzo per l'accorrente Hien che manda il pallone a scheggiare il palo alla destra di Vinci.
All'11 arriva la risposta torrese con Sciliberto che vede un corridoio libero per Alessandro Isgrò. Il giovane attaccante classe '96, manca però l'impatto con la sfera, sull'uscita dai pali di Bucca.

La gara va avanti a sprazzi, con l'undici di Accetta che sembra già pago del vantaggio dell'andata e si limita a controllare le operazioni in campo. Il Torregrotta invece tenta di ravvivare il match, provando ad insidiare la retroguardia ben diretta da capitan Filippo Romeo, ragion per cui il primo tempo si sviluppa su ritmi a volte blandi ma con qualche fiammata di marca torrese come al 38' quando Rasà fa sponda per Sciliberto che conclude forte e teso dal limite. Il tiro del fantasista rossoblù risulta però centrale, consentendo a Bucca di alzare in angolo.
Prima dell'intervallo (44'), un traversone di Miroddi, trova pronto per lo stacco aereo di Hien, ma il colpo di testa dell'attaccante ivoriano, finisce abbondantemente alto.

In avvio di ripresa, il Torregrotta parte subito in avanti e da azione di rimessa laterale effettuata da Pirrone per Sciliberto, questi dall'altezza del vertice destro dell'area di rigore ospite, gira prontamente al centro dove Rasà in elevazione non lascia scampo a Bucca, indirizzando la sfera nell'angolo alla sinistra del portiere milazzese e riaprendo di fatto il discorso qualificazione.
Al 62' si rifà minaccioso il Città di Milazzo con Zerbo che vince il duello con il diretto marcatore e penetrato in area da posizione defilata sulla destra, non chiude a dovere l'angolo del tiro, con palla che sfila sul fondo alla destra del palo della porta difesa da Vinci.
Gli ospiti giocano a metà ripresa la carta Bartuccio che rileva lo stesso Zerbo e per l'ex Mazzarrà, autore nel match di andata di una doppietta, già al 71' si presenta un'opportunità favorevolissima, conclusa però con un rasoterra che si perde a lato.
All'81' Cucè si produce in un lancio dalla propria trequarti per Rasà che viene anticipato fuori area dall'uscita tempestiva di Bucca.
Tre minuti più tardi, tocca a Rasà offrire un prezioso assist all'altezza del dischetto a Saporita che in leggero controtempo, colpisce in elevazione mancando però il bersaglio.
Allo scadere del tempo regolamentare, la squadra ospite resta in inferiorità numerica per un fallo di reazione commesso da Fleri, che permette al Torregrotta di giocare i restanti minuti di recupero in 11 contro 10.

Serve un solo gol ai torresi per ribaltare la situazione e a 40 secondi dallo scadere, sembra ormai fatta quando Rasà, scattato sul filo del fuorigioco, ha sui piedi la palla della qualificazione, ma giunto dinanzi al portiere su un rilancio dalle retrovie, viene anticipato al momento di concludere, da un provvidenziale intervento in recupero di Iovine, che si rifugia in angolo negando al Torregrotta il raddoppio. Giunge il triplice fischio del signor Bertè. Gli applausi sono tutti per il Torregrotta, ma agli ottavi va il Città di Milazzo che continua così il suo cammino verso la finale di San Cataldo.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA QUI

Realizzazione siti web www.sitoper.it