15 Luglio 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TORREGROTTA, LE BUONE INTENZIONI NON BASTANO - Un gol di Aloe al 40´ e Cannuni allo scadere, firmano il 2-0 della Spadaforese. E adesso il campionato...

02-09-2012 19:00 -
COPPA ITALIA PROMOZIONE - MEMORIAL O.SIINO - RITORNO 32MI DI FINALE
GIAMMORO (PACE DEL MELA) - 2/9/2012 -h.16,00


SPADAFORESE - 2
TORREGROTTA - 0


Marcatori: 40´ C.Aloe (S), 90´ Cannuni (S)

SPADAFORESE: G.ppe Scibilia, Micale (74´ Magazzù), Nanìa (86´ Filorimo), S.Scibilia, Boemi, Durante, La Spada, G.nni Scibilia, Cannuni, G.Aloe, C.Aloe
A disp.: Crisafulli, Mandanici, M.Mangano, Bella

All.:F.Miceli

TORREGROTTA: Caragliano, DF Scibilia (54´ F.Scibilia), Battaglia, Molino, G.Cambrìa, Borelli, A.Mangano (73´ Sframeli), Iorio, Cucè, Sciliberto, Saporita
A disp.: D.Cambrìa, Sgrò, Arnò, Romanzo, A.Mento

All.: E.Borelli

ARBITRO: P.F.Visalli di Messina (Bottàro e Calderone di Messina)

CORNER: 4-3 per il Torregrotta (p.t.2-2)

RECUPERO: 1´ + 3´

AMMONITI: 26´ Saporita (T), 57´ Boemi (S), 62´ Iorio (T)

ESPULSO: 83´ Saporita (T) per doppia ammonizione


Era lecito attendersi un Torregrotta che "facesse" la partita, determinato e votato ad una gara coraggiosa. Invece con un gol per tempo, la Spadaforese bissa il successo di otto giorni addietro al Comunale e si aggiudica anche il retour-match dei 32mi di Coppa Italia, accedendo al secondo turno del trofeo tricolore, opposto ad un Torregrotta apparso ancora non nella migliore condizione e "imballato" nei meccanismi di squadra.
Già più in palla e meglio organizzati i gialloneri di Felice Miceli, che giocando sul velluto grazie all´uno a zero dell´andata, hanno saputo amministrare il vantaggio per poi colpire i rossoblù, apparsi spesso prevedibili nella manovra.

Cronaca scarna di occasioni fino al 25´ quando la prima fiammata è della formazione giallonera con Cannuni, lanciato sul filo del fuorigioco, che si invola in posizione defilata sulla destra verso l´area torrese eludendo l´uscita di Caragliano, ma dopo essersi accentrato e con l´estremo rossoblù ormai fuori causa, conclude sul fondo.
Al 40´ la Spadaforese passa grazie ad una punizione battuta alla svelta da Giuseppe Aloe nei pressi della bandierina del calcio d´angolo. La sfera perviene in area a La Spada che inquadra lo specchio e costringe Caragliano ad una deviazione in tuffo. Sulla respinta del portiere rossoblù, è pronto sul versante opposto Carmelo Aloe che di testa, con un perfetto "tap-in", insacca a porta sguarnita.

Nella ripresa, il Torregrotta tenta di ribaltare la situazione ma la manovra è spesso macchinosa e la Spadaforese ha buon gioco, consentendo a Giuseppe Scibilia di trascorrere un pomeriggio tutto sommato tranquillo.
E´ piuttosto l´undici di Miceli ad andare all´81´ vicino al raddoppio con Giuseppe Aloe che raccoglie uno spiovente dal versante destro e poco entro l´area indirizza un bolide di controbalzo che sibila di poco alla destra di Caragliano.
Il Torregrotta prova a scuotersi e lo fa con Saporita che all´83´ in percussione dal versante sinistro dell´area di rigore spadaforese, giunto sul fondo, impegna Giuseppe Scibilia con un rasoterra sul primo palo, sul quale l´estremo giallonero si rifugia in angolo. Il corner susseguente non sortisce alcun effetto.
Due minuti più tardi, un errato disimpegno rossoblù nella trequarti di campo della Spadaforese, dà il là ad una ripartenza di Nanìa sul quale lo stesso Saporita, quasi nei pressi dei 16 metri torresi, non trova di meglio che commettere fallo sul n.3 giallonero. Inevitabile il cartellino giallo e per il giovane attaccante torrese, già ammonito nel primo tempo, non resta altro che guadagnare anzitempo gli spogliatoi.

Allo scoccare esatto del 90´, un rasoterra filtrante del neo-entrato Milazzo, trova pronto all´appuntamento Cannuni che ha davanti a sé una prateria e fatto fuori Caragliano in uscita, depone in rete senza difficoltà, mettendo praticamente in ghiaccio partita e qualificazione.

Sulle ali del doppio vantaggio e con il Torregrotta ormai con la testa già agli spogliatoi, ci sarebbe spazio anche per il tris, ma sulla conclusione in contropiede di Giuseppe Aloe, Caragliano ci mette una pezza ed evita il tracollo definitivo.

Giunge il triplice fischio del signor Pierfrancesco Visalli. Per la Spadaforese si tratta della promozione al turno successivo. Il Torregrotta viceversa, che deve fermarsi ancora una volta al turno iniziale, la quarta consecutiva, tre delle quali contro i "cugini" spadaforesi (nel 2009, nel 2011 ed in questa circostanza), può dirsi "rimandato" al campionato. La Ciappazzi, ospite domenica prossima al Comunale, è ormai all´orizzonte.


PER VEDERE LE FOTO CLICCA QUI

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account