01 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TORREGROTTA, MEZZ’ORA DA INCUBO PRIMA DI TORNARE A SOGNARE – Sotto di due reti con la Jonica dopo 26’, i rossoblù con Sgrò (doppietta) ed Isgrò, si impongono anche a Santa Teresa di Riva.

20-03-2016 22:00 -

CAMPIONATO PROMOZIONE – GIRONE B – 27^ GIORNATA – 12^ DI RITORNO
SANTA TERESA DI RIVA (ME) – Campo Sportivo Comunale – domenica 20/03/2016 – ore 15


JONICA F.C. – 2
TORREGROTTA – 3


MARCATORI: 15’ Amante (J), 26’ Lu Vito (J), 36’ Sgrò (T), 39’ Isgrò (T), 79’ Sgrò (T)

JONICA FC: Potenza, Santisi, Lombardo, Herasimenko, Bartolella (51’ Rovito), Manuli, Garufi (80’ Savoca), Cambrìa, Lu Vito, Amante, Monaco,
a disp.: Chillemi, E.Leo, Bercolli, Sterrantino, La Forgia
all.: M.Moschella

TORREGROTTA
: Vinci, Bonaffini, Cucè, Squadrito (31’ Isgrò), S.Leo, Sgrò, Maisano, Battaglia, Rasà, Sciliberto (80’ Falcone), Sittineri (31’ Trovato)
a disp.: Marino, Campanella, Mondo, Gringeri
all.: G.Giunta

ARBITRO: Benito SACCA’ (Messina)
ASSISTENTI: Salvatore TOTARO e Antonino SPANO’ (Messina)

NOTE: Giornata calda e soleggiata. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 200 circa con circa un centinaio provenienti da Torregrotta.
ANGOLI: 7-0 per il Torregrotta (p.t.3-0)
RECUPERO: 1’ + 3’
AMMONITI: 18’ Bartolella (J), 23’ Rasà (T), 76’ Amante (J)
OFF-SIDES: 1-0 per il Torregrotta (p.t.0-0)

Come rischiare un autentico naufragio, per poi tornare a galla e uscirne fuori con le unghie e con i denti da un match diventato insidioso più di quanto si potesse ipotizzare.
Che la trasferta presentasse non pochi rischi, se ne era abbondantemente parlato nel corso della settimana, sia nel chiuso dello spogliatoio, che negli ambienti sportivi, per chiudere infine tra le righe di questo sito in sede di presentazione del match, ma alzi la mano chi poteva anche lontanamente immaginare che dopo soli 26’ di gioco, il Torregrotta di Giannicola Giunta, splendido protagonista e autentica rivelazione di questo campionato, si trovasse sotto di due reti e incapace di reagire dinanzi ad una Jonica che nella prima mezz’ora ha tenuto sotto scacco Rasà e compagni, perforando due volte e con una disarmante facilità una retroguardia che finora si era rivelata arcigna e impenetrabile come poche, ma stavolta caduta sotto i colpi di una formazione che, come peraltro tutte quelle che finora hanno incrociato i rossoblù, non ha regalato nulla, onorando lo sport e rendendo con ciò ancora più bella ed entusiasmante una rimonta figlia delle maggiori motivazioni torresi ma che ad un certo punto del confronto, sembrava non poco problematica.

C’è voluta la rabbiosa reazione, coincisa con i cambi “in corsa” di Squadrito e Sittineri, che hanno f inito col pagare con l’uscita anticipata, l’approccio poco determinato di quasi tutta la squadra, per lasciare posto ad Isgrò e Trovato e rimettere in sesto un match che dopo la mezz’ora da incubo, nel breve volgere di 3’, grazie all’uno-due firmato Filippo Sgrò e Alessandro Isgrò, è stato riportato sui binari dell’equilibrio, con un Torregrotta che costringendo l’avversario ad arretrare il baricentro, ha poi completato l’opera a 11’ dal 90’ ancora una volta con il suo centrale difensivo Sgrò, autore di una doppietta che ha rimesso le cose a posto, rimandando ogni possibile verdetto, ai 270’ che scatteranno alla ripresa del campionato nel primo week-end di aprile.

Arriva quindi la quarta vittoria consecutiva dopo l’1-1 esterno con l’Acquedolcese, il nono colpo corsaro su 13 trasferte disputate, che consente a Sciliberto e compagni, di toccare quota 60 in classifica, uno in meno del Città di Sant’Agata che ha strapazzato l’Acquedolcese, ma che ha permesso ai rossoblù di balzare in testa in media inglese con un “+11” contro il “+10” della squadra di Cambrìa che ha disputato una gara interna in più.

Il tutto, dinanzi ad un nutrito pubblico di fede torrese, che ha popolato la gradinata, incitando i propri ragazzi, a fine gara attesi e festeggiati fuori dall’impianto jonico e scortati dagli impagabili ultras rossoblù, sino all’arrivo del torpedone dalla breve trasferta.
Il campionato adesso osserverà una settimana di stop in ossequio alle festività Pasquali, prima di tuffarsi negli ultimi tre turni della stagione regolare, nella quale il Torregrotta dovrà affrontare due pericolanti (Camaro in casa e Sinagra al “Barone Salleo”), prima del confronto diretto dei 90’ conclusivi in programma sul sintetico amico.


PER LEGGERE LA CRONACA, CONSULTA LA NS. DIRETTA WEB - clicca qui

Realizzazione siti web www.sitoper.it