27 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TUTTI PROMOSSI... - Voti alti per i rossoblù dopo il 6-1 del Comunale. Le pagelle di Torregrotta-Real Calcio

22-04-2013 13:30 -

Risultato corposo e pagelle "di diritto" generose, quelle dell´ultima stagionale dei rossoblù, apparse questa mattina sulla Gazzetta del Sud. Merito della seconda parte del primo tempo e di una ripresa, interpretate nel migliore dei modi contro un avversario che, pur senza sminuire la prova di Caragliano e compagni, era giunto al Comunale senza eccessivi assilli.

Per il Torregrotta, per quanto ormai la permanenza fosse stata acquisita nella giornata precedente, c´era tra le file rossoblù il desiderio di congedarsi con un nuovo successo e migliorare la propria classifica finale, il cui 10° posto alla vigilia del match con i termitani, mortificava non poco, quanto fatto da tecnico e giocatori nel corso di una stagione segnata da episodi che hanno finito quasi sempre col penalizzare la squadra del presidente Nino Sindoni, che al di là dei difetti più o meno congeniti o di qualche errore in corsa, alla luce di quanto ha fatto vedere, meritava qualcosina di più.

Ad ogni buon conto, messe da parte recriminazioni e rimpianti vari, tornando ai voti della partita del Comunale, si parte dal 6,5 assegnato a Nico Caragliano che dopo l´indecisione da cui è scaturito il rigore del momentaneo vantaggio ospite, ha ingaggiato un duello a distanza con Picone, riscattandosi in grande stile ad inizio ripresa sul diagonale in corsa dell´attaccante del Real Calcio, sul quale Nico distendendosi sulla sua sinistra, ha alzato la sfera di quel tanto da evitare il possibile 2-2. Il mezzo punto in più poi, è stato determinato dalla disinvoltura con la quale spiazzando il collega avvesario dagli undici metri, ha fatto calare i titoli di coda sulla stagione .

Sette ai due esterni difensivi Antonio Pirrone e Alessandro Cucè, il primo inesauribile polmone sulla destra, sia pure con qualche errore dettato dalla eccessiva generosità che lo anima da sempre, l´altro abile oltre che in fase difensiva, anche nel porgere invitanti palloni in area per i compagni, come in occasione della punizione da cui è scaturito il 2-1 di Sciliberto.

Abbondantemente oltre la sufficienza la coppia centrale Impalà e Giglio, così come Rocco Pino, subentrato a metà ripresa ad Impalà, conferendo la consueta sicurezza al reparto.

Sette pieno per Beppe Borelli, il capitano "storico" della squadra, schierato da papà Enzo ormai da qualche settimana in pianta stabile al centro dell´attacco e tornato al gol dopo quasi tre anni e mezzo.
Altro "7" che non fa una grinza, a Ciccio Romeo che dopo un avvio di gara incerto, ha cominciato a dettare le trame offensive dei compagni, chiudendo in grande stile quella che potrebbe essere stata l´ultima partita del geniale centrale di centrocampo milazzese.
Sette anche per Giovanni Arena, la cui generosità in campo è divenuta ormai proverbiale e che sia che si giochi col Real Madrid, che si tratti del´amichevole con la squadra del quartiere, raramente abbassa la guardia. Avrebbe meritato anche lui il gol, ma va bene così.

Un "7" di incoraggiamento a "Daro" Romeo. Il giovane ´96 cresciuto nella Scuola Calcio rossoblù, alla sua terza presenza in Promozione non ha demeritato affatto, andando a contrastare, recuperando palloni e giocando tutto sommato, come gli era stato chiesto, una gara maschia e senza fronzoli.

Sei e mezzo ad Andrea Mangano, rientrato in sede poche ore prima del calcio d´inizio, ma che è voluto essere presente ugualmente all´ultima di una stagione, per lui iniziata un po´ sottotono, ma nel corso delle giornate andata in crescendo.

E passiamo ai voti più alti. Tre sono stati i 7,5 assegnati dal corrispondente, a cominciare da Giovanni Cambrìa, quest´anno scopertosi oltre che cursore infaticabile, anche abile cecchino. Facile il tap-in sottomisura con cui ha siglato il 3-1.
Sette e mezzo (con il matto, verrebbe simpaticamente da dire, visto il soggetto...ndr) a Ruben Saporita.
Entra dopo pochi minuti dall´avvio della ripresa...il tempo di prendere le misure, sfiorare un gol che se lo avessero fatto in Serie A ne avrebbero parlato per mesi, siglare una doppietta in tre minuti, dispensare assist e... continuare a divorarsi altre opportunità come nel corso della stagione.

Ultimo 7,5 della giornata, quello per Peppe Sciliberto. Da rapace dell´area di rigore, il gol con cui ha portato in vantaggio la squadra. Vicino al bis nella ripresa su assist di Saporita e al 90° su percussione centrale. Poi però, l´intervento "kamikaze" dell´avversario, ha guastato la giornata...

Nelle file avversarie, sufficienza per tutti, fatta eccezione per Picone, spina nel fianco dei rossoblù, che si è procurato il penalty dell´illusorio vantaggio termitano, trasformandolo con freddezza, colpendo un legno in elevazione da azione di calcio d´angolo e chiamando Caragliano ad un difficoltoso intervento in corner.
Per lui, il 6,5 è più che meritato.

4 invece per Gazzano. Rileva all´88´ Mercurio, giusto per fare atto di presenza e nel volgere di meno di 60", entra in maniera visibilmente scomposta su Sciliberto, mandandolo all´ospedale sul vero senso della parola, causa ai suoi il calcio di rigore dell´1-6.
Naturalmente non gli si può addossare la volontarietà di arrecare danno grave all´avversario, ma l´espulsione immediata ci sta tutta.
Quella di Torregrotta, non sarà certamente una delle trasferte da ricordare.



LE PAGELLE DEL TORREGROTTA...

CARAGLIANO 6,5
PIRRONE 7
CUCE´ 7
IMPALA´ 6,5 (65´ PINO 6,5)
GIGLIO 6,5
G.BORELLI 7 (51´ SAPORITA 7,5)
G.CAMBRIA 7,5
F.ROMEO 7
ARENA 7 (65´ MANGANO 6,5)
SCILIBERTO 7,5
T.ROMEO 7

...E QUELLE DEL REAL CALCIO

LO BIANCO 6
FILPO 6
MERCURIO 6 (88´ GAZZANO 4)
GULLO 6
BURGIO 6
CORRAO 6
C.ROMEO 6
CUPANI 6 (76´ SALEMI 6)
PICONE 6,5
LO FASO 6
AMODEO 6

Realizzazione siti web www.sitoper.it