28 Settembre 2020
percorso: Home

Zona Mista...L´angolo delle interviste

TORREGROTTA-NUOVA IGEA...PAROLA AI DUE TECNICI




E.BORELLI (all.Torregrotta): Risultato a parte, devo dire che i miei non mi sono dispiaciuti affatto soprattutto nel primo tempo quando hanno tenuto testa all´avversario e addirittura costruendo l´unica vera azione da rete. Nella ripresa è pur vero che abbiamo subito la maggiore iniziativa della Nuova Igea ma se analizziamo la cronaca, Arena, gol a parte, non è stato chiamato in causa quasi mai. Abbiamo pagato l´assenza di elementi come Sciliberto che avrebbe potuto dettare i tempi della nostra manovra a centrocampo. Il gol-partita poi è nato da un errato disimpegno difensivo nel quale abbiamo di fatto riconsegnato ai nostri avversari un pallone che avrebbe potuto essere gestito con maggiore tranquillità, tuttavia sono fiducioso per il futuro.

L.ALACQUA (all.Nuova Igea): Naturalmente soddisfatto per aver incamerato altri tre punti che ci consentono tra l´altro di rimetterci sulla scia della capolista. Nel primo tempo abbiamo sofferto un po´ la mancanza di fluidità della nostra manovra, dovuto anche ad alcune assenze che mi hanno costretto a modificare l´assetto iniziale della squadra contro un avversario tutt´altro che messo male e che ci ha impegnato.
Nella ripresa, una volta operati i cambi tattici, ne ha beneficiato l´intera squadra che ha ritrovato i suoi equilibri ed il ritmo impresso alla gara ha dato poi la svolta al match fino al raggiungimento del gol decisivo, messo a segno da Frisenda che da quella posizione è letale e col suo fiuto innato per il gol, riesce a trovare sempre il momento per piazzare la stoccata vincente.

Il tecnico della Nuova Igea, Lorenzo Alacqua

"UN PUNTO CHE PUO´ TORNAR UTILE A TUTTE E DUE"...Le interviste di Ciappazzi-Torregrotta





PELLEGRINO (all.Torregrotta): Un buon punto conquistato su un campo difficile e dove finora la Ciappazzi aveva sempre vinto. Forse è mancata un pizzico di convinzione in più per provare a portare a casa l´intera posta in palio, ma dopo le vicissitudini di questa settimana, l´importante era muovere la classifica.


NARDI (all.Ciappazzi - nella foto): La definirei una "partitaccia" che dal punto di vista spettacolare ha detto poco ma che nonostante tutto ci ha visto più propositivi e pericolosi in fase realizzativa rispetto ai nostri avversari che erano venuti a Terme Vigliatore col chiaro intento di portar via il pari. Resta il rammarico che le occasioni migliori per passare sono state le nostre ma non sono state fruttate a dovere, in particolar modo la doppia opportunità nel secondo tempo sul tiro ravvicinato di Cipriano e sulla quale Arena ha sfoderato il classico intervento salva-risultato. La prova di tutto ciò sta nel fatto che il mio portiere è rimasto pressoché inoperoso per tutti e 90´ anche se il Torregrotta ci ha qualche volta messo in difficoltà con delle veloci ripartenze, in una delle quali è stato provvidenziale l´intervento del mio difensore su Iarrera, producendosi in un intervento al limite del regolamento che onestamente devo ammettere, avrebbe meritato l´espulsione e non solo il cartellino giallo. Alla fine i nostri avversari hanno ottenuto quel che volevano senza rubar nulla e disputando un´onesta partita. Un punto che può servire a tutte a due per il raggiungimento della salvezza.

SALAMONE (pres.Ciappazzi): Risultato giusto. Lo 0-0 rispecchia l´equilibrio visto in campo e fotografa l´andamento dell´intero incontro disputato dai miei contro un Torregrotta che ha giocato badando al sodo e che si è dimostrato una compagine corretta in campo e fuori.

ARICO´ (Torregrotta): Pareggio importante per il morale e che ci permette di preparare al meglio le prossime sfide di campionato. Sono uscito precauzionalmente prima del tempo perché accusavo un lieve fastidio muscolare e non ho voluto compromettere il prosieguo della stagione.

LOMBARDO (Torregrotta): Uno 0-0 in casa della Ciappazzi non è da buttar via. Il risultato alla fine rispecchia l´equilibrio visto in campo

IARRERA (Torregrotta): Buon pari. Loro avranno avuto qualche occasione per passare, ma è anche vero che nel primo tempo quel fallo al limite dell´area era da cartellino rosso e chissà che non sarebbe cambiata la storia della partita. Peccato per quella mia conclusione nel secondo tempo sull´assist di Mento. Ero riuscito a tagliar fuori la difesa della Ciappazzi.

RUSSO E PERDICUCCI...PAROLA AI TECNICI...Le dichiarazioni dopo Torregrotta-Tiger




RUSSO (all.Torregrotta): Sconfitta che purtroppo rispecchia quel che si è visto in campo. Ho visto la mia squadra senza quella voglia di lottare su ogni pallone, che spesso colma la differenza con l´avversario. Aggiungiamoci poi che diversi tra i miei ragazzi sono apparsi giù di tono e nel calcio si gioca in 11 ed ognuno ha il proprio compito da svolgere in mezzo al campo. Ciò ha finito col favorire la condotta di gara dei nostri avversari che non dimentichiamolo, sono una compagine costruita per stazionare nell´alta classifica e la qualità, si sa, alla lunga paga sempre.

PERDICUCCI (all.Tiger): Contentissimo ovviamente per questi tre punti colti su un campo che ritenevamo difficile e contro un avversario che viceversa non ci ha mai impensierito. I ragazzi hanno disputato una buona partita sotto l´aspetto tecnico-tattico, rispettando in pieno le mie direttive. Se dobbiamo trovare un neo a questa importantissima vittoria, direi che è quello che ci portiamo dietro dall´inizio stagione, vale a dire l´incapacità di chiudere anzitempo la partita. Anche contro il Torregrotta, abbiamo avuto le occasioni per farlo, ma senza riuscirvi, lasciando il risultato pericolosamente aperto sino alle battute conclusive e nel calcio si sa, che spesso certi errori si pagano.
Il Torregrotta di oggi è chiaramente ingiudicabile, ma sono dell´idea che si tratti di un momento passeggero, perché pur nella sconfitta ho notato parecchie buone individualità.

"UNA SCONFITTA CHE CI SERVIRA´ DA LEZIONE"...I pareri negli spogliatoi di Collesano




RUSSO (all.Torregrotta): La sconfitta maturata sul campo del Collesano è la dimostrazione che nel calcio nulla è scontato e che se si vogliono ottenere dei risultati, bisogna prepararsi ad affrontare qualsiasi avversario con impegno perché nessuno regala nulla ed i risultati si conquistano sul campo. Pagati a caro prezzo gli errori in fase di realizzazione.

CINQUEGRANI (all.Collesano): Sono pienamente soddisfatto della vittoria dei miei ragazzi, fortissimamente voluta contro un ottimo avversario che ci ha messo in difficoltà. Devo riconoscere che in alcune fasi della gara, con il Torregrotta proteso in avanti alla ricerca del gol, la fortuna ci ha restituito in parte quello che ci aveva tolto in altre partite, ma ritengo che il risultato maturato non debba far gridare allo scandalo perché non abbiamo rubato nulla. Questi tre punti sono certo ci daranno morale per il prosieguo del nostro cammino in campionato.

MUSUMECI (Collesano): La mia parata più difficile è stata quella sul tiro del loro numero 10 (Iarrera...ndc) quando ancora si era sullo 0-0 ma il merito della vittoria è da dividere con tutti i compagni che hanno saputo soffrire e poi piazzare la zampata al momento giusto.

BORELLI (Torregrotta): Peggio di così non poteva andare questa trasferta. Perdere così fa male davvero perché senza nulla togliere ai meriti del Collesano, ce la siamo cercata noi, commettendo l´errore di lasciandoci irretire dalla loro manovra.

ARICO´ (Torregrotta): Davvero un peccato tornare a mani vuote da questa trasferta. Eravamo partiti bene, ma abbiamo avuto una grossa pecca...quella di non aver realizzato il gol che avrebbe messo in discesa l´intera partita.

TORREGROTTA BRAVO A CREDERCI...INGENUITA´ SACRO CUORE...Il dopo-derby del Comunale visto dai protagonisti





FRANCESCO RUSSO (all.Torregrotta): Siamo partiti in maniera non brillante al di là del gol realizzato in apertura. Ho visto un buon Sacro Cuore ben deciso e determinato a vendere cara la pelle. Derby che non ha tradito certe aspettative. Potevano vincere loro, poteva terminar pari così come potevamo avere la meglio noi così come è avvenuto ,senza che nessuno potesse gridare allo scandalo.
Capisco la loro amarezza per il gol subìto allo scadere, ma fa parte del calcio. Quindici giorni fa abbiamo "pianto" noi...questa volta è toccato a loro. C´è da lavorare parecchio su alcuni aspetti, vedi il gol dell´1-1 che per la sua dinamica è stato un po´ "regalato".
Ho visto tuttavia delle buone risposte dai miei sul piano della tenuta e ciò non può che farmi sperare bene.

SALVATORE CAMBRIA (all.Sacro Cuore): Il primo pensiero va allo sfortunato Miroddi che spero possa riprendersi al più presto da questo nuovo infortunio (frattura scomposta del gomito destro...ndc). Per quanto riguarda la partita, siamo stati ingenui noi, inutile nascondercelo, anche se mi brucia un po´ il fatto che la punizione decisiva sia stata battuta ben oltre i 3´ di recupero concessi dal direttore di gara. Il regolamento parla chiaro ma doveva andare così. Mettiamoci poi che sulla traiettoria del cross, c´erano alcune posizioni non corrette. Arrivati a quel punto, non bisognava far altro che cercare il pallone e mandarlo fuori dall´area, piuttosto che applicare ancora una volta la tattica del fuorigiuoco.
Non è stata certamente una grossissima partita sul piano spettacolare. Il derby era molto sentito e la posta in palio importante. Ritengo che il pareggio avrebbe rispecchiato più fedelmente l´andamento di una partita nella quale, mi sia consentito dire, la direzione di gara non è stata certamente delle migliori, lasciando scontente ambo le fazioni in più di un´occasione. Non è mia abitudine lamentarmi degli arbitri, ma per quello che si è visto nel corso dell´intero arco dell´incontro, non potevo lasciar passare inosservato questo aspetto.
Complimenti comunque al Torregrotta. Il campionato di Promozione è questo e non dobbiamo lasciarci prendere dallo sconforto, ma rimboccarci le maniche e lavorare in funzione dei prossimi impegni che ci attendono, facendo tesoro anche delle esperienze negative.

GIOVANNI SCIBILIA (Torregrotta): Ci abbiamo creduto fino all´ultimo istante ed oggi la buona sorte ci ha dato una mano, ripagandoci della beffa subita due settimane prima contro l´Aspra. Adesso è fondamentale non montarsi la testa nonostante la vittoria e la posizione in classifica. Siamo una squadra abbastanza giovane e appena arrivati alla quarta di campionato.

PANDOLFO (Torregrotta): Siamo stati bravi a passare subito in vantaggio e a non perdere la concentrazione dopo il loro pari, cercando il successo fino all´ultimo e trovandolo avendo ragione di una buona squadra.

BRUSCHETTA (Torregrotta): Finalmente una prova di carattere ed una risposta sul piano atletico. Stiamo crescendo di settimana in settimana. Abbiamo avuto la meglio su un´ottima squadra ma dobbiamo stare con i piedi ben piantati e lavorare sodo, preparando partita dopo partita con tanta umiltà.

IARRERA (Torregrotta): Match combattutissimo da ambo le parti e bravi noi nel trovare il guizzo vincente all´ultimo respiro della gara. E´ un risultato importante perché conseguito contro una formazione davvero ben messa in campo.

CHECCO SCIBILIA (Sacro Cuore): Una sconfitta come questa, al di là di come sia arrivato il gol, è solo colpa nostra. Bella partita, classico derby da tripla. Bravo il Torregrotta a crederci fino all´ultimo istante della gara, ma siamo stati ingenui noi a beccare quel gol al 94° e sottolineo 94°...Comunque sia, è andata...e per quanto resti il rammarico, aver perso col Torregrotta, sia pure in questa maniera, forse fa meno male che perdere altrove...

CARAGLIANO ( Sacro Cuore): E´ stata una partita equilibrata...direi un tempo per parte e decisa all´ultimo instante da una conclusione facilitata da un errore nostro in fase difensiva. Non c´è che dire...abbiamo peccato di ingenuità quando pensavamo ormai che il risultato non si sarebbe più schiodato dall´1-1. Complimenti al Torregrotta per la loro vittoria.

MODERATA SODDISFAZIONE ROSSOBLU...INCREDULITA´ PALERMITANA...Il dopo-partita di Casteldaccia




Rabbia mista a scoramento nello spogliatoio del Casteldaccia...soddisfazione contenuta in quello del Torregrotta, al termine del match. Questi gli stati d´animo registrati subito dopo il triplice fischio del signor Sanzo di una partita che al di là del risultato maturato ha evidenziato il grande "fair-play" regnato nel corso di tutti i 90´ di giuoco e nel dopo-partita.

Abbiamo raccolto "a caldo" le impressioni di alcuni dei protagonisti di ambo le parti:

RUSSO (all.Torregrotta): Il risultato colto oggi su un campo tradizionalmente difficile da espugnare e contro un avversario del genere, dimostra che non siamo poi messi così male anche se è bene sottolinearlo, non siamo diventati improvvisamente dei "fenomeni". Bisogna insistere con tanta applicazione da parte dei ragazzi perché il campionato è lungo ed insidioso. Siamo questi, una squadra capace di tutto, che può avere le sue giornate storte o i momenti di black-out, ma che ha le qualità per mettere in qualsiasi momento della gara in difficoltà chiunque.

SCIBILIA (Torregrotta): Buona partita da parte nostra, anche se dobbiamo essere più precisi sotto porta. Il successo di oggi (ieri per chi legge..ndc) non deve comunque farci dimenticare che c´è ancora molto da lavorare. In conclusione, devo fare i complimenti all´arbitro per la direzione di gara. Non era facile condurre in porto una partita come questa, ma ci è riuscito molto bene.

ARICO´ (Torregrotta): Vittoria sudata ma importantissima perché colta nei confronti di una squadra forte, su un campo ostico per tutti e dove non so quante altre squadre riusciranno ad imporsi.

BATTAGLIA (Torregrotta): Successo tutto sommato meritato anche se sofferto.

ARENA (Torregrotta): Nei venti minuti finali della partita abbiamo dimostrato di che pasta siamo fatti, mettendo sotto un avversario che forse riteneva di avere già in cassaforte i tre punti.

SAPORITA (Torregrotta): Bel successo quello ottenuto dalla squadra su questo campo. La mia prova? Mediocre per buona parte della gara, riscattata con la fase finale e soprattutto con l´assist a Sciliberto che ci è valso il gol-vittoria.

MENTO (Torregrotta): Sodisfatto per il risultato coinciso con il mio esordio in Promozione. Peccato per l´occasionissima in contropiede nel recupero. Ero convinto di poter scavalcare il portiere in uscita fuori dall´area, ma il pallone ha avuto uno strano rimbalzo sul terreno, impedendomi di calciarlo. Va bene comunque così.

BENFORTE (pres.Casteldaccia): Sconfitta incredibile e per la quale non dobbiamo assolutamente prendercela con la direzione arbitrale o con gli avversari, ma della quale siamo responsabili noi stessi. Nella ripresa siamo stati inguardabili e la sconfitta era nell´aria per via della nostra tattica troppo rinunciataria e di alcune "pedine" fuori posizione.

COMITO (all.Casteldaccia): E´ davvero allucinante perdere partite così immeritatamente e su degli episodi. Il pari è nato da un calcio piazzato sul quale la mia difesa è andata letteralmente "in bambola", per non parlare del gol-partita, scaturito da un contropiede che non dovevamo assolutamente concedere ai nostri avversari a pochi minuti dalla fine.

MARINO (portiere Casteldaccia): Non posso che allinearmi al pensiero del mister. Abbiamo subito dei gol evitabilissimi gettando al vento la possibilità di ottenere tre punti che ci avrebbero lanciato.
Adesso non ci resta che rimboccarci le maniche, fare tesoro di questa sconfitta e pensare a riprendere il cammino già con il prossimo avversario. Il campionato non è finito oggi e la battuta d´arresto possiamo considerarla un incidente di percorso.

"PUNITI DA DUE DISATTENZIONI"...Torregrotta-Aspra al 91´




RUSSO (all.Torregrotta): Resta tanto rammarico quando si subisce il gol del pari ad una manciata di secondi dal triplice fischio ma accettiamo il risultato perché di fronte abbiamo trovato una squadra brava a non disunirsi soprattutto dopo aver incassato il 2-0. Abbiamo avuto un approccio troppo soft all´incontro e questo ha inciso parecchio nell´economia della gara. Pecchiamo di ingenuità, inutile nasconderlo e questo è segno che dobbiamo ancora crescere. D´altronde siamo ancora alla seconda giornata ed avere ottenuto in avvio una vittoria ed un pari, può senza ombra di dubbio essere ritenuto un bottino più che accettabile che solo la penalizzazione non ci fa valutare a pieno.

PANDOLFO: Primo tempo bravi a contenere le iniziative dell´avversario, sfruttando le ripartenze dei nostri esterni. Nella ripresa, subito dopo il raddoppio, abbiamo avuto il torto di arretrare il baricentro, finendo col subire il gioco avversario.

BORELLI: C´è poco da dire quando si subisce una rimonta da 2-0. Il pareggio, visto come abbiamo disputato la seconda parte della ripresa, era nell´aria. Dai e dai, con la palla che raramente usciva dalla nostra metà campo, non poteva che andare così. Abbiamo rinunciato troppo, cullandoci di poter portare in porto i tre punti.

ARICO´: Siamo stati molto ingenui. Sul 2-0 abbiamo commesso l´errore di chiuderci dietro , finendo col prendere gol su altrettante disattenzioni. Alla fine sono stati due punti persi...

MESSINA (all.Aspra): Un risultato importante nella nostra prima trasferta in Promozione dopo tantissimi anni, colto contro un avversario ostico e cinico, bravo a metterci in difficoltà sulle ripartenze. Ho apprezzato diversi tra i giocatori del Torregrotta per le loro qualità, ma devo fare un plauso ai miei ragazzi per come hanno saputo reagire alle avversità emerse nel corso dei 90´, riequilibrando il risultato nonostante l´inferiorità numerica. Sul rigore, direi che forse, il direttore di gara sia stato un po´ condizionato dall´entità della caduta del giocatore rossoblu e poteva anche lasciar correre.

MINEO (ds Aspra): Un risultato che rispecchia fedelmente i valori espressi in campo e che nonostante il gol del nostro pari sia giunto in pieno recupero, credo si sia tutti d´accordo nel dire che non abbiamo rubato assolutamente nulla.

"SOFFERTA MA IMPORTANTE"...Le interviste del D´Alcontres dopo Aquila-Torregrotta


RUSSO (all.Torregrotta): Bel primo tempo dei miei ragazzi che si sono presentati in più di un´occasione in zona rete. Peccato non aver concretizzato, dando così la possibilità ad un avversario caparbio e generoso di riaprire le sorti. Il risultato odierno non ci deve far allontanare dalla realtà. Giochiamo sempre per ottenere il massimo, ma giornata dopo giornata, senza porci obiettivi immediati, anche perché non siamo ancora al top della condizione e dobbiamo lavorare parecchio, tuttavia è stato importante perché ci dà morale, annulla la penalizzazione e ci proietta al debutto casalingo di domenica prossima dove affronteremo un´altra matricola da tenere d´occhio e che ha dimostrato imponendo il pari al Sant´Agata che partite facile non ne esistono.


G.SCIBILIA: Ottimo risultato, conseguito contro una squadra contro la quale sarà difficile fare risultato soprattutto su questo campo. Il calcio di rigore? Poteva starci. In casi analoghi, alcuni direttori di gara preferiscono sorvolare, ma non mi soffermerei sul singolo episodio, perché in passato contro di noi, ne sono stati concessi di molto meno evidenti.

SGRO´: Era importante partire subito bene per trovare maggiore fiducia nei nostri mezzi. Il risultato, alla fine, credo sia meritato, perché nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni per chiudere la partita. Nel finale, è vero che l´Aquila si è proiettata tutta in avanti alla ricerca del pari, ma i pericoli corsi in difesa, non sono stati eccessivi. Lo stesso gol annullato ai nostri avversari, era in evidentissima posizione irregolare del loro giocatore.

LOMBARDO: Una vittoria che ci voleva e che ci consente di preparare il prossimo match con maggior convinzione. Nel primo tempo potevamo rendere più consistente il vantaggio, sfruttando gli evidenti sbandamenti della loro retroguardia. Nella parte finale della partita, invece, abbiamo forse subito un po´ troppo il ritorno dell´avversario. Resta il fatto che ancora una volta, come a Spadafora, subiamo gol su palla inattiva.

BATTAGLIA: Bella ma sofferta vittoria, ottenuta contro un´Aquila dura a morire. Tre punti importanti per il morale di tutto il gruppo.

BUGLISI (dirig.Aquila Bafìa): Abbiamo pagato lo scotto dell´esordio, con alcuni dei nostri ragazzi che si vedeva avvertissero la tensione e l´emozione della prima partita nella nuova categoria. Giocare su un terreno che non è quello abituale, inoltre, ci penalizza non poco, tuttavia speriamo di guadagnare al più presto una condizione fisico-atletica ottimale e che ci consenta di fronteggiare meglio le prossime partite.
Da apprezzare il ritorno di fiamma dei nostri ragazzi nella ripresa, quando anche sullo 0-2 maturato peraltro su un calcio di rigore a mio modo di vedere molto dubbio hanno avuto la forza di riaprire la gara, andando vicini al pari.

UN PO´ DI AMAREZZA IN UN CLIMA DI FESTA...I commenti dei protagonisti dopo Torregrotta-Spar


ALACQUA: Partita bellissima e ben giocata dai ragazzi. Il risultato, per quel che poteva contare ai fini della classifica, ci sta stretto perché se analizziamo le occasioni da rete, se c´era una formazione che doveva vincere, quella era sicuramente la nostra. Abbiamo pagato caro il calo di concentrazione nel finale, una costante negativa di questo campionato che con la prova odierna, possiamo dire di aver onorato fino all´ultima giornata, chiudendo con un piazzamento dignitoso e senza che nessuno ci abbia regalato nulla.
Non ho compreso il motivo di quell´ulteriore minuto di recupero concesso dall´arbitro e che è stato fatale per la rete del pareggio ospite. Al di là del risultato, comunque, mi ha amareggiato il finale di gara con quegli eccessi di nervosismo.

ANASTASI (all.Spar): La partita abbiamo visto tutti com´è andata. Potevamo vincere noi, così come potevano vincere loro e non ci sarebbe stato nulla da ridire dopo 90´ condotti da tutte e due le squadre a viso aperto e con i rispettivi obiettivi già raggiunti.
Purtroppo sono rammaricato per l´episodio avvenuto dopo il triplice fischio e che ha rovinato quella che doveva essere una bella giornata di festa per tutte e due le squadre.


ARICO´: E´ stata la classica partita di fine stagione, con tanti goals. Abbiamo giocato una buona partita, gettando al vento una vittoria di prestigio per una banale disattenzione anche se sul risultato a mio modo di vedere pesano di più alcuni errori arbitrali.


SCIBILIA: Primo tempo giocato in maniera ottimale, contro una bella squadra. In quei frangenti avremmo dovuto chiudere la partita, invece è andata com´è andata. Se analizziamo le occasioni, abbiamo fatto un po´ tutto noi, anche su due dei tre gol subiti. I due rigori contro, sono stati delle punizioni eccessive. In più, giocare gli ultimi 20 minuti in inferiorità numerica contro una squadra come la Spar non è chiaramente quanto di meglio si possa chiedere. Forse avremmo dvuto gestire meglio il vantaggio nelle battute conclusive.


IARRERA: Torregrotta spavaldo nel primo tempo, quando abbiamo messo in difficoltà la Spar. Contento per il gol col quale abbiamo sbloccato il risultato. Nel secondo tempo, fossimo stati più precisi sottorete, avremmo potuto finalizzare altre occasioni, nonostante loro avessero avanzato il raggio d´azione. Peccato per il gol allo scadere del recupero che ci ha privato di un successo meritato e che anche se non valeva ai fini della classifica,avrebbe premiato la squadra migliore nell´arco dei 90´.

TRIMARCHI: Mi dispiace aver subito il gol del definitivo pari. Contavo di bagnare il mio debutto assoluto in Promozione con una vittoria. Ringrazio comunque i miei compagni ed il mister per avermi incoraggiato. Emozionato? All´inizio senza dubbio...poi una volta rotto il ghiaccio con il primo intervento, mi ero rassicurato. La partite è stata davero intensa ed emozionante. Al di là che si trattasse dell´ultima di campionato, è stata parita vera.



L´esordiente sostiuisce il veterano. Trimarchi rileva Bucca all´85´

"RISULTATO GIUSTO": Pareri concordi nel "dopo-derby"

P.FERRARA (all.Pellegrino): Sconfitta meritata e che ci deve far riflettere. Non abbiamo dato la necessaria incisività alla nostra manovra e soprattutto nel primo tempo, siamo stati spesso in affanno sulle iniziative avversarie. Non scopro certo nulla di nuovo se dico che la domenica sul campo, si raccoglie quel che si riesce a fare nel corso della settimana di allenamenti.

S.LA VALLE (att.Pellegrino): Risultato sul quale c´è poco da discutere. Il Torregrotta ha fatto suo il derby con una prova davvero maiuscola ed ha avuto senza ombra di dubbio le occasioni migliori. Purtroppo, l´importanza della gara ha fatto si che alcuni di noi probabilmente entrassero in campo con qualche ansia di troppo e gli tremassero le gambe. Ho provato a dare la carica ai miei compagni ma il Torregrotta ci ha controllato bene per tutto l´incontro, meritando la vittoria. Adesso non ci resta che giocarci il tutto per tutto a Viagrande. Noin sarà per niente facile, ma abbiamo il dovere di provarci fintanto che la classifica non ci condannerà.


A.ALACQUA: Risultato che non fa una grinza per come i ragazzi hanno interpretato la gara sin dal 1´, non andando quasi mai in seria difficoltà per tutto l´arco del match contro un avversario che al di là della prova fornita oggi, non merita assolutamente di stare all´ultimo posto. Dispiace naturalmente che con questo risultato che a noi consente di raggiungere la matematica permanenza, rappresenti una pesante battuta d´arresto per il Pellegrino nella sua corsa per non retrocedere. Adesso non resta altro che affrontare l´ultimo impegno in calendario e con la ritrovata condizione atletica di tutti, unita alla serenità derivante dal risultato acquisito, spero di poter chiudere la stagione con un altro bel risultato che possa gratificare i miei ragazzi per l´impegno e la dedizione profusi da agosto fino ad oggi.


BORELLI: Successo meritato a conclusione di un derby nel quale abbiamo concesso poco o nulla al Pellegrino e salvezza finalmente messa in cassaforte. Una nota di merito particolare, senza nulla togliere al resto dei miei compagni, va al gruppo di "ragazzini" che ha "tirato la carretta" per l´intera stagione e che a parte qualche battuta a vuoto che nell´arco di una campionato ci può stare, ha dimostrato di essere composto da elementi affidabili e su cui la società può contare anche in futuro. Col senno di poi, penso che, se avessero avuto quel briciolo di esperienza in più già da quest´anno, ci saremmo potuti togliere parecchie soddisfazioni ancora.

SGRO´: E´ stato un derby emozionante vinto dalla squadra che nell´arco dei 90´ ha meritato di più di far propria l´intera posta in palio. Abbiamo saputo soffrire sull´1-0, il ritorno degli avversari che probabilmente non si aspettavano il nostro avvio così intraprendente.

IARRERA: Soddisfatto per il risultato e per la bella prova di tutta la squadra. Un po´ di rammarico per quel tiro ad inizio ripresa sul quale ero convinto di fare centro piuttosto che mandare il pallone sul palo. L´importante è aver raggiunto tutti insieme la permanenza .

SCIBILIA: Buon Torregrotta e salvezza anticipata che ci ripaga dell´impegno profuso durante l´intera stagione e dei momenti critici che abbiamo attraversato. Risultato tutto sommato giusto.

SQUADRITO: Impossibile non essere soddisfatti per la buona prova collettivamente fornita durante l´incontro, per il risultato, ma quel che più conta per il raggiungimento dell´obiettivo permanenza.

GENOVESE: Ci tenevamo a chiudere il discorso salvezza oggi, perché la Spar è avversario da prendere con le pinze. Risultato quasi mai in discussione contro un Pellegrino che vista la situazione di classifica, mi attendevo più agguerrito.

BUCCA: Obiettivo raggiunto e ritengo meritatamente. Merito anche della società che ha sempre trasmesso serenità. Il gruppo, bellissimo, ha seguito con abnegazione ed umiltà due figure molto professionali come il mister Alacqua e Pippo Bonarrigo. Ora puntiamo a chiudere bene, magari dando spazio a chi non ne ha avuto, ma non per questo è stato da meno.
Pasquale Ferrara, l´allenatore del Pellegrino
L´attaccante del Pellegrino ed ex Torregrotta, Salvatore La Valle
Antonio Alacqua con Lo Presti nel pre-partita

PARLA SOLO L´ATLETICO RIPOSTO...91´ a Torre Archiràfi...Bocche cucite nello spogliatoio torrese


CANTONE (all.Atl.Riposto): Doveroso dedicare questi tre punti alla memoria del "comandante Petralìa" che ci ha lasciato poche ore prima dell´incontro. Vittoria sofferta ma importantissima, ottenuta contro un´ottima formazione che nel primo tempo ci ha fatto soffrire parecchio e che ci ha fatto stare sulle spine fino alla fine.

CARBONARO (att.Atl.Riposto): Non c´è molto da commentare. Volevamo vincere ad ogni costo questo match per continuare a sperare nella salvezza e alla fine ci siamo riusciti con un buon secondo tempo contro una buona squadra.

D´AMICO (pres.Atl.Riposto): Un bel Torregrotta soprattutto nella prima parte di gara. Nella ripresa abbiamo preso il sopravvento ma fintanto che l´arbitro non ha decretato la fine delle ostilità ho sempre temuto la reazione degli ospiti. E´ un successo di vitale importanza, che dedichiamo al nostro presidente onorario, comparso mezz´ora prima dell´inizio della partita e che ci mette nelle condizioni di ben sperare

PERSA UN´OCCASIONE...Gli umori rossoblu al fischio finale

ALACQUA: Amareggiato per aver sprecato l´occasione di chiudere anzitempo il discorso salvezza che ci tenevo avvenisse a tre turni dal termine e sul nostro campo. Partita che si è ravvivata nella ripresa quando abbiamo preso il sopravvento su avversari che se è vero che nel primo tempo avevano manifestato una certa vitalità, è altrettanto vero che non si sono resi pericolosi dalle parti di Bucca. D´altronde, il loro atteggiamento tattico era chiaro. Ci aspettavano per ripartire e magari coglierci di sorpresa.
Nel secondo tempo, con gli avvicendamenti, siamo migliorati di intensità e pericolosità sotto rete, ma non è stato sufficiente.
Il rigore fallito da Aricò? Nessuna croce sul ragazzo. I rigori non li sbaglia soltanto chi non li tira e le responsabilità della mancata vittoria sono da ripartire tra tutti.
Naturalmente il fatto che il vantaggio si sia portato a +7 nonostante il mezzo passo falso, è un buon segnale ma sabato avrei preferito andare a Riposto con 9 punti di margine anche se ritengo che difficilmente là dietro possano fare un "en-plein" tale da metterci a rischio.

SGRO´ : Non abbiamo avuto la buona sorte dalla nostra, prima con il rigore sul palo e nel secondo tempo con l´incrocio timbrato da Scibilia, ma siamo ugualmente più vicini alla permanenza.

ARICO´: Poca voglia di commentare questa partita. Detto in tutta franchezza, mi sento un po´ responsabile per questa mancata vittoria.

BATTAGLIA: Peccato per il risultato, in una giornata che tutto sommato, ci ha visto comunque aumentare il vantaggio sulla zona play-out.

SCIBILIA: Sul mio tiro nella ripresa, credevo che la traiettoria si abbassasse per insaccarsi all´incrocio, invece è andata com´è andata e adesso stiamo a imprecare per un risultato che comunque non è da buttar via in ottica permanenza.

IL 91´ DI TRAPPITELLO-TORREGROTTA...Alacqua: "Siamo stati cinici"....Aiello: "Risultato giusto"...

ALACQUA: Vittoria importante, inutile nascondercelo. Siamo stati cinici colpendo al momento giusto e mettendo in discesa una partita che nascondeva parecchie insidie. Bravi tutti i miei ragazzi che hanno interpretato la gara nella maniera più corretta ed applicando alla lettera le direttive, rischiando poco contro una squadra che in questo match riponeva parecchie delle sue speranze di riaprire il discorso salvezza diretta.

BORELLI: Bella prestazione del collettivo e risultato che non fa una grinza. Ai fini della classifica è un successo pesantissimo ma non molliamo la presa perché dobbiamo ancora raggiungere la matematica certezza.
Dedichiamo questa vittoria al compianto signor Pippo Pino. Doveroso un pensiero a lui ed alla sua famiglia.

SAPORITA: Ottimo risultato. Abbiamo giocato una bella partita contro un avversario che ci veniva presentato come tosto e votato al tutto per tutto pur di incamerare i tre punti. Siamo stati bravi a sbloccare presto la partita in nostro favore. Mi resta il rammarico per l´occasionissima capitatami tra i piedi nella ripresa ma va bene così.


ARICO´: Vittoria importantissima per il morale e per la classifica, ottenuta contro un avversario reso "nervoso" dall´andamento della gara. Siamo stati bravi a colpire nel momento opportuno, spegnendo le loro velleità. Contentissimo naturalmente per la doppietta personale.

BUCCA: il portiere rossoblu rompe il suo personalissimo "silenzio-stampa", non per commentare la gara, ma per dedicare la vittoria "ad un dirigente del quale nutro un ricordo indelebile, legato al primo anno di Eccellenza del Torregrotta del quale facevo parte anche io".


Nello spogliatoio del Trappitello, vige il più assoluto silenzio, con il presidente Munafò ed il dirigente Sterrantino che si trincerano in un comprensibile "no comment" per il momento poco felice della squadra che adesso vede da vicino lo spettro di una retrocessione.

Per tutti parla il tecnico Roberto Aiello: "Vittoria meritata del Torregrotta, nulla da dire. I miei ragazzi purtroppo non hanno reso per come speravo contro una compagine manovriera e che fa della velocità dei suoi ragazzi, un´arma davvero letale contro cui abbiamo avuto poche chances.
Adesso per noi si fa davvero dura e dovremo raccogliere i cocci di questa sconfitta per sperare di salvare nel migliore dei modi una stagione davvero difficile
."
Alessandro Aricò

IL RAMMARICO DEL TROINA...E LA MODERATA SODDISFAZIONE TORRESE...Le interviste del dopo gara...

ALACQUA (all.Torregrotta): Più che contento per questo risultato, sia per come è venuto che per i riflessi sulla classifica e sul morale dei ragazzi in vista del volatone conclusivo. Naturalmente, questo punto esterno colto oggi, aumenta il rammarico perché non avessimo avuto qualche calo di tensione nelle partite precedenti, oggi staremmo quasi a festeggiare una permanenza già acquisita ed invece ancora tutta da conquistare. Era importante uscire indenni da questo campo e ci siamo riusciti rischiando davvero molto poco. Le assenze nelle file del Troina? Sicuramente importanti ma non meno di quelle con le quali mi son dovuto confrontare io nel corso di tutta la stagione. Sapevamo delle loro squalifiche, ma con la rosa che si ritrovano, hanno i mezzi per mettere sotto chiunque. La verità è che se oggi i nostri avversari hanno fatto ben poco, gran parte del merito va ai miei ragazzi.

BORELLI (cap.Torregrotta): Ottimo risultato contro una buona squadra e su un campo difficile, al termine di una bella prova corale della squadra. Loro volevano la vittoria a tutti i costi per continuare a sperare nella vittoria del girone, ma a noi interessava muovere la classifica per restare fuori tiro delle squadre pericolanti.


LO PRESTI (dif.Torregrotta): Un punto preziosissimo colto su un campo difficilissimo per tutti.


SCIBILIA (cent.Torregrotta): Ottima prestazione di tutta la squadra. Non era facile alla vigilia, ma l´andamento dei 90´ ha dimostrato che ci siamo e siamo più vivi che mai.

SAPORITA (att.Torregrotta): Contento del pareggio, moderatamente della mia prova. Peccato per quell´opportunità allo scadere. Avessi trovato il tempo per piazzare la zampata giusta...

PAGANA (all.Troina): Risultato equo. Del resto, non era facile dover rinunciare in un colpo solo a 5 titolari. Senza nulla togliere a chi li ha sostituiti, la loro assenza si è avvertita parecchio perché mi ha costretto a rivedere tutta l´impostazione del gioco, adeguandola alle caratteristiche degli uomini che avevo a disposizione.

PLUMARI (dirig.Troina): E´ un pareggio che in parte ci tarpa le ali in ottica primato, alla vigilia di tre scontri diretti. Non si può dire comunque che il Torregrotta abbia rubato nulla perché il pareggio per quello che si è visto e considerate le numerose assenze nelle nostre fila, rispecchia un po´ i valori espressi in campo durante la partita.


PARI EQUO, MA CON QUALCHE RAMMARICO...Torregrotta-Fiumefreddese al 91´

ALACQUA(all.Torregrotta): Pari che rispecchia quel che si è visto in campo anche se c´è parecchio rammarico per una vittoria sfuggita nelle battute conclusive e che ci avrebbe consentito un grande passo avanti in classifica.

SGRO´ (dif.Torregrotta): Un pareggio dal sapore amaro. Non era facile contro questa Fiumefreddese e con una formazione imbottita di juniores e assenze di rilievo.

SCIBILIA (centr.Torregrotta): Che fosse una partita difficile, lo sapevamo. Del resto a questo punto del campionato, gare facili non ne esistono più. Peccato per il gol preso alla fine. Speriamo adesso di poter fare qualcosa di buono a Troina dove sarà importante muovere la classifica.

ARICO´ (att.Torregrotta): Siamo entrati in campo troppo molli ed abbiamo avuto l´approccio sbagliato alla partita. Siamo stati bravi a reagire ed a ribaltare il risultato ma come sempre, non riusciamo a chiuderla, finendo col pagare qualche errore di inesperienza con il solito gol beffa.

LO GIACCO (all.Fiumefreddese): Partita di difficile lettura. Non abbiamo concretizzato le occasioni avute anche se è vero che sul 2-1 per loro, abbiamo rischiato di subire il terzo gol che ci poteva tagliare le gambe.

ZINGALES (presidente Fiumefreddese): Un buon pari contro una buona squadra, molto giovane e con diverse individualità di spicco, nonostante la giovane età.

GAROZZO (att. Fiumefreddese): Bella partita tra due squadre che giocano un buon calcio. Sapevamo che ottenere un risultato utile su questo campo, oggi sarebbe stato difficile. Merito anche nostro di averci creduto fino alla fine. Questo punto ci consente di sperare ancora in un seppur difficile ingresso nei play-off. La classifica cannonieri?...Con questa doppietta, dovrei essere nuovamente in testa. E´ un altro dei nostri obiettivi.

Antonio Alacqua

LE INTERVISTE DEL DOPO-VIAGRANDE...Sporting-Torregrotta al 91´

Stati d´animo contrapposti alla fine dei combattutissimi 90´ del "Russo". Animi accesi tra i locali per via di alcune discutibili decisioni di un direttore di gara, apparso decisamente non nella sua migliore giornata, protagonista in alcune circostanze di alcune topiche, soprattutto in occasione di un fuorigioco inesistente (del Torregrotta) e della rete decisiva .

Di ciò se ne fa interprete al 91´ il tecnico dello Sporting Viagrande, Enzo Buttò, supportato da un dirigente della squadra: "Preferisco non parlare della partita. Mi resta il rammarico di dover assistere ad arbitraggi di questo genere che soprattutto in casa, finiscono con il penalizzare pesantemente la mia squadra anche se abbiamo messo del nostro nel far maturare questa sconfitta, dilapidando occasioni più uniche che rare e concedendo qualche spazio di troppo ai loro avanti.

Passando sulla sponda torrese, Alacqua definisce il risultato conquistato "un successo fortemente voluto dai miei ragazzi che hanno giocato con grande personalità e concentrazione su un campo difficilissimo e contro una squadra che sa giocare un buon football e che non merita la posizione che occupa. Considero questa vittoria molto più importante di quella conseguita ad Acicatena (contro l´Aci S.Filippo) per le ripercussioni che potrà avere sulla classifica e sul resto della nostra stagione.

Tra i giocatori, palpabile la soddisfazione. Tra questi, Genovese che è stato sovente una spina nel fianco della retroguardia etnea: "Un successo che ci voleva proprio su un campo come questo. Peccato per quell´occasione fallita da Sciliberto su mio assist nel recupero. Avessimo realizzato il 3-1, non avremmo sofferto fino alla fine. Fortuna poi che ci ha pensato il nostro portierone (Bucca) a mettere in cassaforte il risultato."
E proprio Sciliberto, si accoda al compagno: "E´ stato bravo il loro portiere a chiudermi tempestivamente lo specchio della porta ed a ribattere il mio tiro ravvicinato. Peccato per l´ammonizione rimediata in pieno recupero e che mi costringerà a saltare la Fiumefreddese.". Sul contestatissimo episodio da cui è scaturito il gol-vittoria, Peppe ammette: "Quando il loro numero 5 (Caliò) ha respinto sul tiro di Saporita, ho controllato istintivamente con la mano..."
Guarda già al prossimo impegno, il terzino rossoblu, Antonio Lo Presti: "Tre punti sudati e sofferti ma meritatissimi per la prova collettiva che abbiamo saputo fornire nonostante le difficoltà. Adesso sarà decisiva per il nostro futuro la partita di domenica con la Fiumefreddese."
Prende anche la parola un solitamente poco loquace Francesco Cambrìa: "Contento della mia prestazione, ma preferisco condividere la soddisfazione con tutti i compagni che hanno retto bene il confronto con un avversario che non faceva mistero di puntare all´intera posta in palio per scavare un solco tra sé e la zona play-out."
Infine Battaglia, che si conferma rigorista infallibile, giunto al quinto centro dagli 11 metri. A lui il compito di chiudere la rassegna delle interviste ed il buon Mario, classe ´93 ma freddezza da veterano, non si scompone più di tanto ed anzi trova il modo per proiettarsi con rinnovato spirito alla partita di domenica prossima, dando appuntamento alla ripresa degli allenamenti con un divertito ma al tempo stesso eloquante "Una vittoria che ci voleva come il pane....così martedi ci ritroveremo tutti sorridenti e non dovremo ascoltare le prediche del mister..."

Sciliberto e Genovese (col n.11)...letali a Viagrande

AMAREZZA TORRESE...SODDISFAZIONE BIANCOVERDE...Gli stati d´animo al 91´ di Torregrotta-Villafranca


Al rientro negli spogliatoi, ai commenti improntati al moderato entusiasmo in casa biancoverde, fa eco stridente, il silenzio "tombale" del gruppo rossoblu che nel chiuso negli spogliatoi, prova a metabolizzare il nuovo passo falso. Della situazione in casa torrese, si fanno portavoce il solo tecnico ed il capitano della formazione rossoblu.
Questi i commenti raccolti:

ALACQUA (all.Torregrotta): Sconfitta ingiusta e pesante contro un avversario forte e ben messo in campo ma che avevamo fronteggiato bene per l´intero primo tempo. Avessimo messo dentro la palla del 3-1 sull´uscita a vuoto di Giunta, staremo a parlare in altri termini perché la mia squadra "girava" alla perfezione e avrebbe potuto sfruttare gli spazi che si sarebbero creati nelle loro maglie difensive. L´infortunio di Saporita che aveva messo in difficoltà la retroguardia del Villafranca, ha poi complicato i piani, per non parlare del doppio infortunio a Squadrito e Sciliberto che mi ha costretto ad un cambio forzato e con in campo un uomo (Scilberto), che avendo esaurito le sostituzioni, è rimasto in condizioni non idonee per proseguire. Sono amareggiato per l´esito della partita ma non demordo e con me i ragazzi, che sanno di poter chiudere bene quest´annata purtroppo negativa

BORELLI (capitano Torregrotta): A furia di commentare le nostre partite, si rischia di diventare ripetitivi. Comunque sia, una sconfitta che ci mette in una posizione difficile della classifica e maturata per le ormai solite imprecisioni e distrazioni che paghiamo. Brucia anche perché spesso ci si sofferma sul risultato in sé, che non rende giustizia alla nostra prestazione. Il gol del 2-2 era viziato da un fallo di Pietro (Di Blasi...ndr) che ha deviato in rete col gomito senza essere ravvisato dalla terna arbitrale. Gli infortuni occorsi poi a Saporita, Squadrito e Sciliberto, hanno fatto il resto. Ne dobbiamo uscire tutti insieme al più presto, mettendo in campo la giusta grinta che spesso in determinate partite è venuta a mancare.

GALLETTA (all.Villafranca): Vittoria importante per la nostra classifica, sul campo di una squadra che temevo parecchio e che anche per quello che ha fatto vedere finora, non merita assolutamente la posizione che occupa.

SPIDALIERI (Villafranca): Naturalmente contento per i tre punti conquistati anche se sul campo della mia "ex" squadra alla quale sono legato per i bei ricordi. Abbiamo avuto il merito di crederci anche nei momenti del match in cui ci siamo trovati in difficoltà, finendo con l´essere premiati dal risultato.

GIUNTA (Villafranca): Una bella partita, ben giocata da ambedue le formazioni. Mi dispiace per gli amici del Torregrotta che comunque sapranno togliersi presto dall´attuale situazione di difficoltà.

DE MARIA (Villafranca): Vittoria ottenuta con grande impegno ed applicazione da parte di tutti noi, contro una squadra che pratica già un buon calcio ma che commette qualche errore di inesperienza dovuta alla giovane età di parecchi suoi elementi.

Antonio Alacqua

S.GREGORIO E TORREGROTTA ALL´INSEGNA DEL RAMMARICO...I pareri dei protagonisti al 91´

ALACQUA: Ci è mancata la necessaria cattiveria agonistica, soprattutto nella fase finale dell´incontro. Il pari è giusto, anche se resta qualche rammarico per non aver saputo sfruttare il calo dei nostri avversari. Altri due punti persi per strada, ma recuperando anche chi oggi era fuori e con il progressivo miglioramento di quelli che oggi hanno giocato "a mezzo servizio" perché reduci da infortuni, sono fiducioso in un finale in crescendo.

SCIBILIA: Una partita che si poteva anche vincere. Il rientro di Iarrera è stato importante nell´economia del secondo tempo.

SGRO´: Un punto in trasferta dopo 5 sconfitte di fila, non può che servire al morale del gruppo. Partita molto combattuta fino al triplice fischio e buona la nostra reazione dopo lo svantaggio del primo tempo.

LO PRESTI: Pari sofferto ma ampiamente meritato. Rientravo dopo oltre un mese e mezzo in una partita di campionato e avevo nelle gambe quei 40-45 minuti nei quali ho cercato di dare tutto quel che avevo.

BATTAGLIA: Abbiamo finalmente interrotto la spirale negativa di risultati, dopo aver temuto il peggio nel momento in cui siamo andati sotto di un gol. La reazione c´è stata ed anche se abbiamo peccato di eccessiva precipitazione in fase di impostazione, non abbiamo rubato nulla.

IARRERA: Abbiamo chiuso il mese di gennaio con un punto beneaugurante. Adesso ci serve dare continuità ai nostri risultati perché lì dietro si stanno muovendo tutte e non possiamo permetterci altri passi falsi.

MALAGUARNERA (all.S.Gregorio): Partita dai due volti e dall´andamento molto strano. Un primo tempo di predominio dei miei ragazzi, concretizzato con la rete del meritato vantaggio. Bravo il Torregrotta a credere nella rimonta e ad avanzare il raggio della sua manovra, giungendo al pari con un´invenzione di Genovese. Per il resto, il nostro portiere non è stato molto impegnato ma è pur vero che noi ci abbiamo messo del nostro in questo risultato, non finalizzando a dovere le occasioni che abbiamo avuto anche nella ripresa, tanto che nel quarto d´ora conclusivo, vedendo i miei a corto di fiato, ho temuto persino di perdere il match.
Complessivamente, guardando i risultati delle altre, non è stata una buona giornata per noi, con risultati sorprendenti che ci hanno fatto perdere posizioni in classifica.

BLATTI (Pres.S.Gregorio): Partita molto "maschia" ed agonisticamente combattuta anche se entro i limiti del consentito. Bene noi per un tempo. Poi, quando non si concretizza, è facile che alla prima vera occasione si venga puniti così com´è avvenuto in questa circostanza. Ci sarà da soffrire da qui alla fine del campionato.

Nicola Malaguarnera ed Antonio Alacqua

NON C´E´ STATA CAPACITA´ DI REAZIONE... I commenti al 91´ dopo lo 0-3 di Torregrotta-Garden Sport


ALACQUA: Buon primo tempo giocato dai miei. Poi l´infortunio di Pandolfo ha complicato ulteriormente le cose. Speravo che il pericolo corso in occasione del rigore fallito dai nostri avversari, sortisse un contraccolpo psicologico positivo per noi, ma così non è stato. Recrimino per l´episodio del gol fallito a dieci dal termine e che ci avrebbe potuto far rientrare in partita e per il metro di giudizio usato dagli arbitri nel concedere i calci di rigore ai nostri avversari, negandoli quando si tratta di concederli a noi.

SQUADRITO: Partita viva per tutto il primo tempo. Non abbiamo avuto la capacità di reagire dopo essere andati sotto di un gol.

SGRO´: E´ la seconda sconfitta consecutiva in casa e non ricordo precedenti in questo senso. E´ un brutto momento dal quale dobbiamo uscirne al più presto. Partita dai due volti e contrassegnata da alcuni episodi che alla fine hanno inciso sul risultato.

BASILE: Temevo parecchio questa trasferta di Torregrotta perché so come giocano le squadre allenate da Alacqua. Alla fine, la differenza l´hanno fatta gli episodi e soprattutto l´esperienza in campo, che in determinate circostanze, assume il proprio peso ed incide sul risultato finale di una partita come questa.

CICCIARELLO: Risultato a parte, sono moderatamente soddisfatto per quello che abbiamo fatto in campo. Sul mio gol che ha sbloccato l´incontro, non me la sono sentita di esultare su un campo dove ho lasciato tanti amici.

TUTTI CONCORDI....E´ STATA UNA PARTITA DA DIMENTICARE...Le interviste di Sportinsieme-Torregrotta

ALACQUA (all.Torregrotta): Siamo stati puniti dall´unico vero tiro in porta di tutta la partita. Purtroppo è un periodo nel quale gira tutto storto e senza voler accampare scuse o alibi di sorta, non è stato facile reimpostare la squadra dopo l´infortunio di Aricò ed alla luce delle numerose assenze con le quali avevamo affrontato questa trasferta. Si tratta certamente di un risultato che sul piano del morale potrebbe incidere parecchio e da martedi bisognerà lavorare anche sotto questo aspetto.

FILORAMO (all.Sportinsieme): Partita bruttissima, oserei dire la più brutta partita finora disputata in questa stagione e dalla quale l´unica cosa che traiamo è il risultato. Una vittoria importantissima in chiave permanenza. Il resto, credo lo abbiamo visto tutti e non ritengo ci sia altro da aggiungere.

BATTAGLIA (centroc.Torregrotta): Bravi loro a sfruttare l´unica occasione da rete avuta.

RAFFA (dif.Torregrotta): Siamo stati autori di una prestazione decisamente al di sotto delle nostre possibilità. Non ci sono state nitide occasioni da rete da ambo le parti e partita decisa solo da un "jolly". Forse ci è mancato quel pizzico di carattere che ci avrebbe consentito di rimediare e di riequilibrare la partita.

PERRONE (attacc.Sportinsieme): Un match abbastanza equilibrato tra due squadre molto giovani, apparse fin troppo contratte sul campo, come se si temessero a vicenda e che comunque a questo punto del campionato, penso non avranno difficoltà a raggiungere l´obiettivo minimo, anche se pare strano vedere il Torregrotta dietro in classifica.

SGRO´ (dif.Torregrotta): Partita decisa da una prodezza del loro numero 11. Il Torregrotta ha prodotto la consueta mole di lavoro, ma contrariamente alle altre partite, non è riuscito a creare seri pericoli al portiere avversario.

SQUADRITO (centr.Torregrotta): Non abbiamo disputato sicuramente una buona ma non meritavamo di perdere e per di più sul classico "tiro della domenica"....

BUCCA (portiere Torregrotta): Una sconfitta inopinata e che ci ha detto una volta di più che bisogna lavorare tutti insieme con maggiore umilità ed impegno. Seguendo le direttive del nostro allenatore, sono certo che ci riprenderemo subito.

LE INTERVISTE DI TORREGROTTA-ATLETICO CATANIA


ALACQUA (tecnico Torregrotta): Quando si perde così, non resta che tanto rammarico. Abbiamo prodotto diverse occasioni da rete e poi siano stati puniti su un´ingenuità. La classifica parla chiaro e al di là dei complimenti che fanno piacere, rimane l´amarezza per questo trend negativo che comunque contiamo di interrompere al più presto, perché la squadra ha giocato e soprattutto nel secondo tempo ha messo in difficoltà l´Atletico Catania. L´espulsione affrettata di Borelli, è innegabile che ci abbia complicato i piani anche se il gioco non è mancato.

RICHICHI (tecnico Atletico Catania): gara decisa da un episodio. Vittoria importantissima nell´ottica del nostro campionato, ottenuta su un campo difficilissimo e contro un avversario che sia pure in inferiorità numerica ci ha dato filo da torcere. Per noi la strada è ancora lunga perché il campionato non si è deciso oggi, ma sicuramente andare allo scontro diretto di domenica con questa classifica, era quanto di più ottimale potesse accadere in una giornata praticamente tutta a nostro vantaggio.

OROFINO (presidente Atletico Catania): Bella ed importantissima vittoria per i miei ragazzi che, per quello che ho potuto vedere, credo abbiano meritato il successo anche se dobbiamo ammettere che il Torregrotta ha dimostrato di essere una compagine molto combattiva e ben messa in campo, che è mancata soltanto in fase realizzativa dove è apparsa oltremodo imprecisa e che arebbe potuto agguantare il pari senza con questo far gridare allo scandalo. Sull´episodio del rigore contestato dai locali allo scadere, dalla posizione in cui mi trovavo, non me la sento di dare un giudizio, anche se devo riconoscere che la direzione arbitrale, in talune circostanze ha lasciato più di qualche dubbio.

DI MAURO (Addetto Stampa Atletico Catania): Sofferto ma importante questo successo ottenuto in casa della formazione di Alacqua che ha impressionato per la capacità di produrre gioco dell´undici messo in campo dal tecnico locale. Una squadra che non avrà problemi a raggiungere il proprio obiettivo, che non è con questa sconfitta che potrà essere messo in discussione.

BUCCA (portiere Torregrotta): Una sconfitta contro l´attuale capolista del girone, che ci penalizza solo dal punto di vista del risultato perché per quello che ho visto in campo, non posso che essere ottimista per il futuro del nostro cammino, con una squadra che sia pure in inferiorità numerica ha tenuto validamente testa all´Atletico Catania, sfiorando la rete in diverse circostanze.
Sull´episodio del rigore concesso agli ospiti, ritengo sia stata affrettata l´espulsione del nostro capitano, vuoi perché non si trattava di una chiara occasione da rete in quanto il fallo o presunto tale è avvenuto in una zona defilata della nostra area, ma soprattutto perché la seconda ammonizione, è giunta appena due minuti dopo la precedente e in partite come questa, sono cose che bisognerebbe valutare attentamente, prima di estrarre un secondo cartellino.
Sulla respinta del tiro di Signorelli, mi sono affidato all´intuito ed è andata come avete visto. Mi dispiace non aver potuto far nulla in occasione della rete di Ventura, nata da palla inattiva, bravo e fortunato nella circostanza, a trovare la coordinazione giusta di controbalzo e ad infilare un diagonale imprendibile.

BORELLI (capitano Torregrotta): Sconfitta assolutamente immeritata e decisa da alcuni clamorosi errori della terna. Non si può ammonire un giocatore che va a stringere la mano al portiere avversario per riappacificarsi e due minuti più tardi vedersi sventolare il secondo giallo per un normale contrasto in area come se ne vedono a decine in ogni partita e per di più con la concessione di un rigore contro. Se tanto mi dà tanto, ci saremmo dovuti aspettare stesso metro di valutazione anche in occasione del rigore non dato per atterramento di Giovanni (Scibilia), ma così non è stato. Resta solo tanta rabbia ma ormai è andata così.

SCIBILIA (centrocampista Torregrotta): Non riesco a spiegarmi ancora perché non sia stato fischiato il calcio di rigore sulla trattenuta in piena area ai miei danni. Se non era rigore quello....

CITTA´ DI ACIREALE-TORREGROTTA AL 96´.....

ALACQUA (all.Torregrotta): Sconfitta assolutamente immeritata. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi che hanno risposto con grande spirito di sacrificio alle difficoltà del momento, gettando sul campo tutte le energie possibili per portare a casa un punto che avrebbe fatto tantissimo soprattutto sul piano del morale. Sull´arbitraggio, dico solo che non è possibile essere penalizzati così perché se è vero che nell´occasione del gol annullato a Iannello, possiamo anche sorvolare, anche se qualche dubbio resta, su quello realizzato da Cambrìa allo scadere, è stata davvero un´ingiustizia. Mi consolo con la prova fornita dai ragazzi, che mi dà modo di essere ottimista per la ripresa del campionato, quando conto di recuperare anche tutti gli infortunati. Bene anche i nuovi che hanno dato il loro validissimo contributo ai rispettivi reparti.

RAFFA: Una partita agonisticamente molto combattuta con il secondo tempo di assoluto stampo torrese. Abbiamo messo in campo perfino l´anima pur di uscire indenni. Peccato per l´errore di valutazione dell´arbitro.

IANNELLO: Meritavamo molto di più per quello che si è visto in campo. Al di là degli episodi dei gol ingiustamente non convalidati, ritengo non abbiamo sfigurato e nonostante la sconfitta non possiamo che essere soddisfatti della prova fornita.

BATTAGLIA: Buona partita la nostra, soprattutto per come abbiamo reagito dopo lo svantaggio. Le decisioni arbitrali hanno purtroppo fatto il resto...

PANDOLFO: E´ un periodaccio nel quale ci va tutto storto ed anche quando riusciamo a metterla dentro, accadono episodi strani....

ARICO´: Nessun commento, chi ha visto se ne sarà reso conto. Dispiace perdere così.

MARCHETTI (all.Città di Acireale): E´ stata una partita molto tattica. Del resto, ci conosciamo abbastanza bene ed era logico immaginare che alla fine, solo un episodio poteva indirizzare la gara da un lato piuttosto che dall´altro, e così è stato con Manca bravo e fortunato a trovare quella traiettoria sulla quale il loro portiere non ha potuto far nulla. Complimenti comunque al Torregrotta che ha giocato una bella partita e con la guida di Alacqua non avrà problemi a togliersi parecchie soddisfazioni ed a raggiungere l´obiettivo stagionale.

RE (dg Città di Acireale): Avevo detto alla vigilia che si sarebbe trattato di una partita tra due squadre molto equilibrate e che quella tra le due che avesse sbloccato per prima il risultato, ne sarebbe uscita vincitrice e così è stato. Loro sono andati vicinissimi al pareggio con Aricò ma in quella circostanza il nostro portiere si è davvero superato. E´ un periodo che la ruota gira a nostro favore dopo diversi turni nei quali ad ogni errore, corrispondeva un gol degli avversari di turno. Sul gol annullato al Torregrotta nel recupero, dalla posizione in cui mi trovavo non posso giudicare, ma il direttore di gara ha parlato di un fallo di mano e comunque i miei ragazzi asseriscono che già l´assistente di linea fosse con la bandierina alzata, prima ancora che il loro giocatore tirasse a rete.

a.s.

PARERI UNANIMI....Le interviste dopo la sconfitta con la capolista


ALACQUA: Partita giocata a viso aperto dai miei con alcune occasioni che avrebbero meritato miglior fortuna. Considerato l´avversario che avevamo davanti, posso dire di aver visto un Torregrotta che fino al 3-1 ha giocato da pari a pari contro una compagine esperta, che ha avuto il merito di sfruttare le nostre disattenzioni e che non si trova al comando della classifica per caso. Penso all´uscita anzitempo dal campo di Iarrera che sulla sua fascia aveva sovente messo in difficoltà il suo diretto avversario ed avrebbe potuto diventare la nostra arma letale nel match.

RAFFA: Abbiamo giocato una buona partita, caratterizzata da episodi tutti a nostro sfavore. Il rigore non era da assegnare e la rete del 3-1 loro era viziata da un fallo iniziale su Borelli non rilevato dal direttore di gara.

BORELLI: Chi legge solo il risultato, viene sicuramente fuorviato perché le occasioni migliori sono state tutte nostre. C´è rammarico per aver subito un rigore su un mio intervento ravvicinato e soprattutto involontario sul tiro di Ardizzone, il gol del 2-1 in evidente fuorigioco di Aliotta che sul colpo di testa di Di Rienzo era davanti a tutti e la segnalazione di un off-side inesistente su un mio lancio per Genovese che partiva nettamente da dietro. Le occasioni mancate poi, hanno fatto il resto. Gli stessi avversari a fine partita, non sapevano darsi spiegazione di un risultato così netto, ma è di poca consolazione.

SCIACCA (ds Spar): Risultato che punisce oltre misura un buon Torregrotta, composto da elementi davvero interessanti ed in gamba . Avessero pareggiato nelle occasioni mancate nel corso della ripresa, non ci sarebbe stato nulla da ridire ed avremmo assistito ad una gara più tirata.

A.S.

Torregrotta-Trappitello...le interviste del dopopartita


Iarrera:
E´ la fine di un periodo nel quale ci andava tutto storto. Speriamo che la vittoria di oggi, rappresenti l´occasione per il nostro rilancio.

Mondello:
Sofferta ma meritata. Non credo si possa dire diversamente.

Checco Scibilia:
Importantissima vittoria. Peccato per l´ammonizione che mi costringerà a saltare per squalifica il prossimo impegno. Vorrà dire che per un Scibilia che rientra (Giovanni), ce ne sarà un altro che esce...

Alacqua (tecnico Torregrotta):
Mi è piaciuto l´approccio col quale siamo scesi in campo dal primo minuto, mettendo alle corde l´avversario. Poi è naturale che non trovando la via della rete col passare dei minuti, la squadra si sia un po´ contratta e gli avversari abbiano cominciato a prendere confidenza, rendendosi talvolta pericolosi, ma in 90´ ci sta. Di certo, oggi non era una partita per amanti del calcio dal palato fine ma contava il risultato.

Raffa:
Contentissimo per i tre punti ma quello che mi preme sottolineare, è la compattezza del gruppo. E sono fiducioso che con questo spirito, faremo parecchia strada.

Fichera (all.Trappitello)
Il calcio è fatto di episodi. Noi non abbiamo saputo sfruttare quelli che abbiamo avuto a nostro favore. Meglio il Torregrotta del primo tempo. Noi meglio nella ripresa. Fossimo passati in vantaggio sull´occasione del palo colpito nel primo tempo, avremmo assistito a tutt´altra partita e chissà, avrei mantenuto anche il mio posto sulla panchina (il tecnico infatti, è stato esonerato...ndr), anche se la sconfitta di Torregrotta è stata solo la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.


TORREGROTTA-PELLEGRINO - Le impressioni del dopo-derby...

Alacqua: Un pareggio che non mi lascia soddisfatto, per via delle occasionissime non sfruttate nel corso di un primo tempo nel quale per lunghi tratti, per l´intensità messa in campo dai miei e per la pericolosità sotto rete, mi è parso di rivedere il match con l´Atletico Riposto. Abbiamo pagata cara la leggerezza difensiva in occasione del pari degli ospiti. Alla fine, mi ritrovo "costretto" ad accettare il pari, sia pure a denti stretti.

Miceli: Torregrotta bravo a procurarsi delle ottime occasioni per "passare" nel primo tempo. A mio modo di vedere, comunque, il risultato, valutando l´intero arco della gara, è giusto.

Squadrito: Un bel derby, nel quale a vincere è stato senza ombra di dubbio lo sport, giocato a viso aperto da ambo le squadre. Potevano vincere loro, ma noi abbiamo saputo replicare. Risultato equo.

Borelli: La partita l´hanno vista tutti. Abbiamo peccato di imprecisione in fase realizzativa e in match come questo, si finisce poi col pagare a caro prezzo certi errori.

Checco Scibilia: Classico derby giocato con la massima attenzione da entrambe. Noi abbiamo tenuto quasi sempre il pallino della partita in mano, ma abbiamo sprecato troppo. Bravi loro a segnare su un nostro regalo natalizio, anche se in precedenza, avevano centrato l´incrocio. Infine un bravi a tutti i protagonisti, in campo e fuori per il fair-play dimostrato in occasione di una partita così sentita.

Mondello: Sono due punti persi. Match che andava chiuso nel primo tempo. Bisognava essere cinici. Adesso non ci resta che tentare di rifarci domenica, anche se l´impegno (in casa della Spar...ndr) non sarà certamente dei più facili.

La Valle: Un risultato giusto per come è maturato. Primo tempo di supremazia territoriale torrese. Nella ripresa, meglio noi. Complimenti a tutti per il fair-play messo in mostra. Niente cattiveria in campo. Nessuna astiosità neppure fuori. Un bell´esempio per tutti.



A.S.
Beppe Borelli

Aci San Filippo-Torregrotta....I commenti "a caldo" dopo il triplice fischio di chiusura...

Al triplice fischio del signor Di Gregorio, contenuta euforia tra le file torresi, mentre in casa acese, c´è chiaramente poca voglia di commentare un epilogo del genere. Commenti più che altro improntati, tra i padroni di casa, su un "mea culpa" generale per l´andamento dei 90´, culminato nella topica finale che ha determinato il gol del definitivo 2-3.

Mondello: Vittoria sofferta, ma voluta col cuore. Adesso non dobbiamo fermarci per tornare nelle posizioni che ci competono.

Sciliberto: E´ stata una lunga galoppata, ma man mano che mi avvicinavo alla porta avversaria, ero sempre più convinto che non avrei fallito l´occasione.

Frazzica: Bella vittoria. Per le zone medio-alte della classifica ci siamo anche noi che rispettiamo tutti ma vogliamo andare avanti su questa falsariga. I risultati di oggi, dimostrano che il campionato è incertissimo e in queste categorie, non esistono squadre "monstre".

Bonarrigo Emanuele: Primo successo esterno, molto importante perché dà continuità alla vittoria della settimana scorsa. Abbiamo dimostrato di averci creduto fino in fondo. Se continuiamo con la stessa voglia messa in campo oggi, possiamo solo fare bene.

Borelli: Contentissimo per il risultato, un po´ meno per l´ammonizione che mi costringerà a saltare il prossimo impegno col Riposto. La punizione da cui è scaturito il primo pareggio dell´Aci S.Filippo, è stata a mio modo di vedere inesistente. Il rigore, addirittura, un clamoroso abbaglio.

Giardina: Tre punti pesanti e giunti a conclusione di una partita che ha messo in mostra il Torregrotta che occorre in gare su terreni difficili come quello del "Bottino". E´ la vittoria del gruppo.

Raffa: Assurdo concedere un calcio di rigore come quello sul mio colpo di testa in area. Fortuna che ci ha pensato Sciliberto a rimettere a posto le cose.

Scibilia Checco (assente per squalifica ma in contatto telefonico per tutto l´arco dei 90´): Grandi davvero! Immaginavo non fosse per niente facile uscire indenni dal campo dell´Aci S.Filippo ed ho sofferto parecchio da lontano. Sono fiducioso che questo potrà essere un successo di buon auspicio per il futuro.

Alacqua: Devo fare i complimenti a tutti i miei ragazzi per come si sono comportati e per come hanno interpretato la gara, in condizioni ambientali difficilissime. Hanno finalmente tirato fuori gli attributi nel momento giusto, sapendo soffrire e piazzando la zampata vincente in pieno recupero, segno che ci abbiamo creduto e siamo stati premiati, contro una squadra ben messa in campo e composta da ottimi elementi di esperienza. Non sarà facile per le altre venire qui a far punti.

a.s.
Antonino Raffa

TORREGROTTA-ATLETICO RIPOSTO....Il dopo-partita

ALACQUA: Vittoria sacrosanta, ottenuta grazie ad un ottimo approccio alla gara. Bravi tutti coloro che sono scesi in campo. La strada intrapresa sembra sia quella giusta e sono convinto che giocando sempre con intensità e con umiltà, possiamo fare bene.


IARRERA: Bella partita, giocata davvero con il cuore e nonostante le difficoltà legate alle squalifiche ed agli infortuni. L´avversario, in fase di presentazione, ci era stato descritto come molto ostico, ma siamo stati bravi a non farci irretire più di tanto. Di questo passo, per i primi posti del campionato, tutti dovranno fare i conti con questo Torregrotta.


MONDELLO: Risultato che rispecchia i valori emersi da questo confronto e che non fa altro che rappresentare il giusto premio al lavoro svolto finora col mister. Finalmente si raccolgono i frutti.


CHECCO SCIBILIA: Ottimo risultato, ma soprattutto una prestazione di buon livello. E´ la dimostrazione che quando non si avverte pressione per la classifica deficitaria, la squadra riesce ad esprimersi meglio. Ho visto delle buone trame di gioco ed una condizione fisica eccellente che non può non far sperare bene per il futuro, anche se sono curioso di vedere la squadra alle prese con un avversario di maggiore consistenza.

EMANUELE BONARRIGO: Era importante dare seguito ai risultati precedenti e l´esserci riusciti è un ottimo segnale per il futuro. Anche oggi, siamo scesi in campo con la mentalità giusta. L´unico rammarico, se così possiamo definirlo, è stato per quel calcio di rigore che seppur intuito, non son riuscito ad impedire che andasse dentro.


D´AMICO (pres.Atl.Riposto): Risultato che non fa una grinza. Per noi una sconfitta che deve far riflettere. Sembrava quasi non fossimo neppure scesi in campo. Gran merito naturalmente al Torregrotta che ha dimostrato di essere una gran bella squadra davvero in gamba, con un ottimo allenatore e giocatori che lo seguono davvero bene.

A.S.

Intervista a...Antonio Alacqua

Inauguriamo la nuova rubrica, con l´intervista al tecnico rossoblu, Antonio Alacqua, 43 anni, tornato sulla panchina del Torregrotta dal novembre 2008. Lo troviamo in una brevissima pausa di lavoro nel corso della quale, si presta volentieri al fuoco di fila delle domande del cronista.

Allora mister, dopo 1/3 di campionato, ritieni che la classifica attuale, sia pure per grandi linee rispecchi i valori reali del girone?

R - In linea di massima si, con il Garden Sport che non scopro certamente io, riveste il ruolo di grandissima sorpresa del girone di andata ed il mio Torregrotta attardato, soprattutto se penso alla rosa di cui adesso dispongo e che con il rientro di tutti gli infortunati, ritengo abbastanza competitiva.

D- Classifica divisa in due tronconi, con le prime 7 (dai 21 punti del tandem Atl.Catania-Garden Sport, ai 16 del Villafranca), che hanno scavato un solco di 4 lunghezze dal resto del plotone. Sarà così fino alla fine?

R - Penso di si, soprattutto per quel che riguarda quelle 5-6 formazioni che sono davanti a tutte e che è chiaro che abbiano qualcosa in più rispetto alle altre. Del resto, l´Atletico Catania ha la posizione che merita e squadre come Spar, Troina e Viagrande, sono strutturate per stare lì fino alla fine della stagione regolare.

D - Delle squadre fin qui affrontate, quale ti ha impressionato favorevolmente e quale ti ha deluso?

R - In positivo certamente il Troina, per l´organizzazione di squadra e per il gioco e l´impostazione che Pagana dà ai suoi ragazzi. Se devo necessariamente esprimere un parere sulla delusione, paradossalmente (visto che dal confronto diretto ne siamo usciti battuti ma, e qui sfido chiunque abbia visto la partita, a dire il contrario, solo sul piano del risultato) direi il Villafranca, limitatamente sia chiaro alla gara disputata contro di noi.

D - A mente serena e col senno di poi, c´è qualcosa che ti rimproveri dopo queste dieci giornate?

R - Sarò franco e senza peli sulla lingua, dicendo che mi rimprovero senza dubbio alcuno la smisurata fiducia che ho dato a qualcuno dei miei, confidando sulle sue potenzialità. In talune partite ho adottato delle scelte dettate più dal cuore che dalla "ragion di stato" e non ho ottenuto i risultati che confidavo di avere da giocatori su cui avrei scommesso ad occhi chiusi. Il risultato è stato sotto gli occhi di tutti: fintanto che mi sono affidato a 7-8/11 "under", abbiamo ottenuto risultati lusinghieri e, in talune partite anche contro ogni pronostico, vedi le prime due giornate, quando tutti ci davano per spacciati e dalle quali siamo invece usciti con 4 punti in saccoccia. Questo non significa che i "senatori" non siano all´altezza, ma al contrario che conto molto su di loro e sul contributo che so bene possono dare, sia in termini qualitativi che di quantità.

D - Domenica si torna al Comunale. Il Trappitello è alle porte. Se non è un match da "ultimo appello" per le ambizioni ed il futuro del Torregrotta, lo è quasi..

R - Preferirei evitare questi "luoghi comuni". Diciamo che non è una partita da "ultima spiaggia" ma preferisco definirla "decisiva" . In ogni caso, è una gara dalla quale mi attendo parecchie risposte dai miei uomini.



D - Infine il pronostico sull´11^ giornata e qui, il buon Alacqua, pur non sottraendosi al fuoco di fila delle partite da pronosticare, non riesce ad esser diplomatico al 100% e fa uscir fuori il suo lato vulcanico e passionale...

R - Atl.Catania-Fiumefreddese - 1; Atl.Riposto-Calcio Aci S.Filippo - 1; Città di Acireale-Troina- 1X2; Garden Sport-Villafranca T. - 12; San Gregorio-Pellegrino - (passiamo alla prossima....) ; Spar - Limina - 1 ; Sportinsieme-Sp.Viagrande- X2 ; Torregrotta-Trappitello - 1......non possiamo ipotizzare un risultato diverso.....con tutto il rispetto per la simpatica squadra del Trappitello e senza presunzione alcuna, ma se è pur vero che nel calcio non c´è nulla di scontato e che il campo può sempre smentire i pronostici, non possiamo fallire.


a.s.

Realizzazione siti web www.sitoper.it